ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùFinanze pontifice

Vaticano, per il dicastero dell’Economia ora il Papa sceglie un laico

Il gesuita padre Guerrero lascia per motivi personali di salute. Tre anni di riforme e difficoltà tra Covid e Sloane Avenue

di Carlo Marroni

I The Black Blues Brothers fanno sorridere il Papa

3' di lettura

Cambio (inatteso) al vertice delle finanze vaticane. Padre Juan Antonio Guerrero Alves, gesuita spagnolo, “rinuncia” alla carica di Prefetto della Segreteria per l'Economia, il dicastero nato dalla riforma delle finanze vaticane nel 2014 su cui si sono concentrate le funzioni di budget, programmazione e controllo. Alla guida del dicastero il Papa ha nominato il “vice” di Guerrero, il manager Maximino Caballero Ledo, attuale Segretario della Segreteria: è il secondo laico che prende la guida di un ministero della Santa Sede dopo Paolo Ruffini, da tempo Prefetto per la Comunicazione. Una nomina in continuità, quindi, visto che era stato lo stesso Guerrero a suggerire al Papa la nomina di Caballero Ledo, suo compagno di gioventù nella città di Merida. Le dimissioni di Guerrero sono per “motivi personali” in particolare di salute dopo aver subito un intervento chirurgico «che mi produce alcuni effetti secondari che rendono particolarmente difficile per me l'adempimento di un compito tanto impegnativo come quello che sto svolgendo».

Il ringraziamenti di Bergoglio: ha sistemato l'economia

Il Papa - riferisce la Sala Stampa della Santa Sede - ringrazia vivamente padre Guerrero «per la dedizione mostrata nel servizio prestato alla Santa Sede. Padre Guerrero è riuscito a sistemare per bene l'economia, è stato un lavoro forte e impegnativo che ha portato tanti frutti. Il Santo Padre gli assicura la Sua preghiera». La Segreteria, nata nel 2014, dopo un controverso periodo di gestione da parte del cardinale George Pell - completamente scagionato dalle accuse in Australia di molestie sessuali, per le quali aveva abbandonato la carica – negli ultimi anni ha contribuito a dare un assetto stabile alle finanze vaticane, con poteri ben divisi (e condivisi) con l’Apsa, il dicastero del patrimonio guidato da Nunzio Galantino. Molte novità sono state introdotte, come il codice degli appalti, la gestione delle “materie riservate”, il nuovo codice per gli investimenti finanziari, l'avvio dell'accentramento di tutte le risorse finanziarie della Santa Sede - quantificate in circa 2 miliardi - nell’Apsa (e affidate in gestione allo Ior). Guerrero ha affrontato il difficile periodo del Covid con le difficoltà di bilancio, che sono state gestite con mirati risparmi di bilancio e migliori investimenti.

Loading...

Lettera ai dipendenti: ancora un grande lavoro da fare

Nella lettera ai dipendenti Guerrero ripercorre il cammino fatto in questi tre anni, spiegando di lasciare «con tristezza, ma anche con immensa gratitudine al Signore, al Santo Padre e a tutti voi e con la soddisfazione che insieme abbiamo dato un contributo alla riforma economica richiesta» da Papa Francesco. «Insieme, e in collaborazione con altre istituzioni curiali – scrive il Prefetto uscente della Spe - abbiamo aiutato il Santo Padre a fare passi importanti nell'organizzazione economica della Curia Romana, nella trasparenza, nella credibilità della Santa Sede per ciò che riguarda le questioni economiche. Abbiamo aiutato ad avere regole più chiare, ma ci sono ancora in cantiere molte cose da fare: la centralizzazione degli investimenti, l'ulteriore regolamentazione e semplificazione dei processi di appalto, per renderli più trasparenti e snelli; l'implementazione della Direzione per le Risorse umane, che è una nuova sfida per migliorare le condizioni e il clima di lavoro nella Santa Sede; la programmazione di un maggiore utilizzo di procedure informatizzate».

Il nuovo prefetto: un manager finanziario spagnolo

Il nuovo prefetto Caballero dopo la laurea in Economia e il master in Business Administration ha lavorato per vent'anni tra Barcellona e Valencia, come responsabile della finanza in diversi Paesi europei, in Medio Oriente e in Africa. Nel 2007 si è trasferito con la sua famiglia negli Stati Uniti, dove ha risieduto fino alla nomina in Vaticano. Durante la sua permanenza negli Stati Uniti, Caballero ha ottenuto diverse posizioni nell'area Finanza di Baxter Healthcare Inc., azienda del settore sanitario ad azionariato diffuso con sede a Deerfield, Illinois, un’azienda globale di prodotti e servizi medici con un portafoglio di prodotti per le cure intensive, la nutrizione, le cure renali, gli ospedali e la chirurgia. È stato Vice Presidente della Finanza per l'America Latina, Vice Presidente della Finanza Internazionale e Vice Presidente della Finanza Americana, oltre a essere leader di progetti globali presso la stessa azienda.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti