Papa: il mondo ha bisogno di ponti non di muri

Vaticano: «Il muro di Trump un segnale preoccupante»

di Carlo Marroni

Il presidente Usa Donald Trump (Ap)

2' di lettura

Il messaggio è chiaro, e anche scontato: la Santa Sede è preoccupata per «il segnale che si dà al mondo» con la costruzione del muro tra Usa e Messico, voluto dal presidente statunitense Donald Trump per frenare le migrazioni. E si augura che gli altri Paesi, anche in Europa, «non seguano il suo esempio». Lo ha detto oggi al Sir, l’agenzia di stampa dei vescovi italiani, il cardinale Peter Turkson, presidente del Dicastero per la promozione dello sviluppo umano integrale, a margine di un convegno sulla “Laudato sì e gli investimenti cattolici” in corso alla Pontificia Università Lateranense. Il cardinale africano è stato da poco nominato da Bergoglio alla guida del dicastero che ha raggruppato le competenze in materia “sociale” e quindi riveste un particolare significato la sua presa di posizione.

Il mondo ha bisogno di ponti, non di muri
Del resto questo concetto è ben presente nella pastorale del Pontefice. Papa Francesco lo dice (e lo ripete) in ogni occasione utile: il mondo ha bisogno di “ponti” e non certo di “muri” che dividano i popoli. Un messaggio di pace concreto che è deflagrato quando nella conferenza stampa sul volo di ritorno dal Messico, un anno fa quasi, rispondendo a una domanda sulle affermazioni dell’allora candidato alla presidenza Usa Donald Trump circa la sua volontà di voler costruire un muro tra i due paesi, il Papa disse che «non è cristiano» chi vuole erigere barrire.

Loading...

Il miliardario immediatamente reagì («è vergognoso») per poi abbassare i toni. Ma certamente la presidenza Usa ora è guardata con preoccupazione dalla Santa Sede, che teme il dilagare della deriva populista, come delineato dallo stesso pontefice nella recente intervista a El Pais. Anche la maggioranza dei vescovi Usa – che guarda con favore alle posizioni strumentalmente anti-abortiste di Trump – vive con forte disagio la propaganda contro l'immigrazione, visto che oltre un quarto dei cattolici americani è di origine latino americana.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti