SANTA SEDE

Vaticano, la Via Crucis di Francesco tra vaccinazioni e scout

Per il secondo anno le celebrazioni della Passione si svolgono in San Pietro e non al Colosseo

di Carlo Marroni

Coronavirus, vaccinati 800 senzatetto in Vaticano

I punti chiave

2' di lettura

Una preghiera disteso a terra, per alcuni minuti. Papa Francesco inizia le celebrazioni della Passione sotto i gradini del presbiterio davanti all'Altare della Cattedra di San Pietro, un gesto che precede di poche ore la Via Crucis, amche quest'anno nella piazza della Basilica causa Covid. I testi delle meditazioni e delle preghiere proposte quest'anno per le stazioni della Via Crucis del Venerdì Santo (trasmesse come sempre in mondovisione) sono affidati al Gruppo Scout Agesci 'Foligno I' (Umbria) e alla Parrocchia romana Santi Martiri di Uganda.

La visita al “centro” vaccinazioni per i senzatetto

Ma se era noto che anche quest'anno non ci sarebbero state celebrazioni al Colosseo, non mancano le 'sorprese', da parte di papa Francesco. La mattina del Venerdì Santo, Bergoglio è stato protagonista di un'altra uscita inattesa da Casa Santa Marta. Legata proprio al Covid. Francesco si è recato in visita nell'atrio dell'Aula Paolo VI, mentre si svolgevano le vaccinazioni di alcune persone senza dimora, povere o comunque in difficoltà, accolte e accompagnate da diverse associazioni romane. Il Papa ha salutato i medici e gli infermieri, ha seguito la procedura di preparazione delle dosi di vaccino e si è intrattenuto con le persone in attesa della vaccinazione. Ad oggi in Vaticano sono state vaccinate con la prima dose circa 800 delle circa 1.200 persone bisognose ed emarginate a cui viene somministrato il siero anti-Covid 19 questa settimana su iniziativa dell'Elemosineria Apostolica.

Loading...

Papa Francesco accolto dai bambini al termine della cerimonia della Via Crucis in Piazza San Pietro, in Vaticano (Ansa/Ap Photo/ Gregorio Borgia / Pool)

Predicatore: «É la politica la maggiore causa di divisione tra cattolici»

Ma un messaggio forte arriva anche in questo giorno di preghiera, dal predicatore della Casa pontificia, il cardinale padre Raniero Cantalamessa, nell'omelia della celebrazione della Passione del Signore, presieduta da papa Francesco all'Altare della Cattedra della Basilica vaticana: «Qual è la causa più comune delle divisioni tra i cattolici? Non è il dogma, non sono i sacramenti e i ministeri: tutte cose che per singolare grazia di Dio custodiamo integri e unanimi. È l'opzione politica, quando essa prende il sopravvento su quella religiosa ed ecclesiale e sposa una ideologia, dimenticando completamente il valore e il dovere dell'obbedienza nella Chiesa».


Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti