ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùECOMMERCE

Veepee lancia un programma di upcycling e accelera nella sostenibilità

La piattaforma di vendite private investe nella sostenibilità aprendo un iil laboratorio Upcycling Solution che produrrà oggetti unici o in serie limitata utilizzando capi invenduti o restituiti dai clienti attraverso i programmi Re-Turn e Re-Cycle. Nel 2021 ha recuperato i livelli di fatturato pre pandemia

di Marta Casadei

Il laboratorio Upcycling Solutions

2' di lettura

Si chiama Upcycling Solution la nuova iniziativa lanciata da Veepee, player internazionale delle vendite private con 66 milioni di membri in 10 paesi del mondo, in collaborazione con l’artista francese Maroussia Rebecq. Si tratta di un laboratorio nel quale i capi invenduti dei partner di Veepee verranno ripensati diventando nuovi prodotti - limited edition o pezzi unici - da immettere sul mercato, in linea con l’attenzione sempre maggiore che l’azienda francese sta dando ai temi della sostenibilità.

«Il laboratorio US rappresenta un passo in più nel nostro approccio a favore del second hand e della gestione degli stock dei nostri brand partner, con ulteriore profondità ed impegno», spiega Jacques-Antoine Granjon, ceo e fondatore di Veepee. «Ci stiamo muovendo verso servizi in cui dipendiamo meno dallo stock dei brand, poiché ci sono milioni di capi inutilizzati negli armadi dei nostri soci. Il team di US attingerà dai prodotti invenduti delle marche partner di Veepee o dai capi raccolti dai suoi clienti tramite Re-cycle, per progettare articoli nuovi, sorprendenti, in serie limitate, o anche pezzi unici».

Loading...

Due anni fa Veepee aveva già compiuto un importante passo in avanti sui temi della sostenibilità lanciando i servizi Re-turn e Re-cycle: il primo permette ai clienti di restituire i capi acquistati sulla piattaforma con l’obiettivo di offrire a questi ultimi una seconda vita; il secondo di inviare prodotti nuovi o usati di brand direttamente dai loro armadi, in cambio di un buono sconto offerto dal brand. «Nel 2021 abbiamo realizzato una trentina di operazioni con marche come Aigle», precisa Granjon. Che annuncia di voler accelerare anche nello sviluppo di Re-Cycle, servizio a cui oggi sono dedicati 2.500 metri quadri e 25 dipendenti e che il fondatore di Veepee definisce «una vera sfida industriale».

Dal second hand all’upcycling, dunque, il passo è stato naturale. Il progetto US - a cui è dedicato un laboratorio di 700 metri quadri nella fabbrica Veepee di La Plaine St Denis - sarà attivo inizialmente in Francia, ma l’ambizione dell’azienda è «implementare gradualmente US in Europa, presentando prodotti durante eventi o vendite locali organizzate sul nostro sito Veepee. I volumi dipenderanno dalla creatività e dall’esecuzione dei team di Maroussia Rebecq. Per lei e il suo team di 8 persone, si tratta infatti di poter produrre migliaia di pezzi: le riserve di materie prime di Veepee sono significative», spiega il fondatore.

Veepee nel corso del 2021 ha recuperato i livelli di fatturato pre pandemia, vendendo 105 milioni di prodotti e toccando un volume d’affari compessivo (Gmv) di 3,2 miliardi di euro: «Abbiamo raggiunto quasi 400 milioni di euro di fatturato nel 2019. Siamo andati a zero durante il lockdown nel 2020. Due anni dopo, siamo tornati ai dati del 2019». Ora la sfida è rendersi meno dipendenti dagli stock: «Questo è il cuore della nostra strategia: continuare a fornire questo servizio di gestione qualitativa degli stock e sviluppare parallelamente, grazie al nostro traffico, attività non dipendenti da esse».

Riproduzione riservata ©

Consigli24: idee per lo shopping

Scopri tutte le offerte

Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link, Il Sole 24 Ore riceve una commissione ma per l’utente non c’è alcuna variazione del prezzo finale e tutti i link all’acquisto sono accuratamente vagliati e rimandano a piattaforme sicure di acquisto online

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti