AUTO ELETTRICHE

«Vehicle to grid»: Nissan, Enel e Iit lanciano le prime infrastrutture italiane

di Simonluca Pini

3' di lettura

Arrivano in Italia le prime infrastrutture di ricarica per le auto elettriche “vehicle to grid” (V2G). Grazie a un accordo siglato tra Enel Energia, Nissan Italia e l'Istituto Italiano di Tecnologia, è partito un progetto pilota di car sharing elettrico aziendale con colonnine di ricarica V2G presso la sede dell'IIT di Genova.

I ricercatori dell'istituto ligure avranno a disposizione gratuitamente due Nissan Leaf prenotabili tramite la nuova applicazione Glide e ricaricabili attraverso le due stazioni di ricarica V2G, posizionate all'interno dell'IIT e funzionanti in modo unidirezionale per la ricarica.
Che cos'è la tecnologia V2G
Con la tecnologia “vehicle to grid” (V2G) le auto elettriche sono in grado di diventare delle vere e proprie produttrici di energia. Questo è possibile grazie ad una gestione bidirezionale della carica. Le batterie delle auto infatti, quando i veicoli sono fermi, immettono energia in rete, contribuendo a stabilizzarla e offrendo così servizi di bilanciamento di rete al fornitore del servizio. Se in Italia l'attuale normativa non permette l'utilizzo di caricatori V2G in modalità bidirezionale, quindi con possibilità di generare energia dalle vetture, all'estero la situazione è notevolmente differente. In Gran Bretagna Enel e Nissan hanno avviato il primo hub V2G al mondo interamente commerciale, presso la sede della utility danese Frederiksberg Forsyning, che ha anche acquistato 10 Nissan e-NV200 van a zero emissioni e dove sono stati installati 10 caricatori V2G. Recentemente, inoltre, sono stati installati ulteriori 17 caricatori in Danimarca. Grazie alla tecnologia V2G. Stesse attività anche in Gran Bretagna, dove sono state già installate presso il Nissan Technical Centre Europe di Cranfield i primi 9 caricatori V2G e 1 unità presso l'Università di Newcastle.

Loading...

È importante sottolineare, come ricordato dal direttore scientifico dell'IIT Roberto Cingolani, che il progetto pilota avviato in Italia è uno studio che vuole dimostrare la fattibilità del sistema; oltre al cambio dell'attuale normativa (che vieta lo scambio energetico), per una reale applicazione del V2G il numero di auto connesse alla rete dovrà raggiungere numeri significativi. In Gran Bretagna, ad esempio, dove circolano 40 mila vetture V2G il picco di energia prodotto raggiunge i 40 kW.


Mov-e, car sharing aziendale
Le colonnine V2G sono uno degli elementi chiave del primo sistema di car sharing aziendale integrato realizzato da Nissan in collaborazione con Enel. Battezzato Mov-e, l'attività di veicoli condivisi si basa sull'utilizzo delle Nissan Leaf gestite tramite l'applicazione Glide. Obiettivo della nuova iniziativa è quella di offrire alle imprese un nuovo concetto di mobilità aziendale, dove oltre ad una maggiore tutela dell'ambiente non si avranno più problemi di accessi alle zone a traffico limitato o spese legate al carburante. Naturalmente la limitazione data dall'autonomia delle batterie resta ma, per società che operato prettamente in ambiente urbano, Mov-e potrebbe essere una valida alternativa ad un parco auto aziendale tradizionale.
Nissan insieme a IIT e Enel Energia
Il progetto pilota partito a Genova s'inserisce nell'ambito di una collaborazione tra IIT ed Enel Energia avviata nel febbraio dello scorso anno, quando è stato sottoscritto un protocollo d'intesa per la ricerca, l'industrializzazione e l'applicazione integrata di prodotti, servizi e soluzioni innovative nel campo dell'efficienza energetica e della generazione distribuita. I campi applicativi riguardano principalmente la realizzazione di batterie al grafene, di pannelli fotovoltaici più performanti sempre grazie all'utilizzo di grafene e un nuovo sistema di produzione rinnovabile capace di sfruttare il moto del mare.
e-go All Inclusive
Oltre alla collaborazione per lo sviluppo della tecnologia V2G, Enel Energia e Nissan hanno sottoscritto nel giugno dello scorso anno una partnership e a novembre 2016 hanno lanciato “e-go All Inclusive”, la prima offerta integrata per la mobilità elettrica in Italia: una proposta “chiavi in mano” che comprende, con un canone fisso mensile, la box station, per la ricarica domestica compresa d'installazione, la Nissan Leaf con batteria da 30 kWh e l'App e-go, per localizzare tutte le colonnine elettriche in Italia e ricaricare l'auto.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti