ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùAeroplani

Velivoli Digisky, così l’attività dei satelliti è potenziata

.

di Filomena Greco

2' di lettura

ha un pedigree importante, visto che conta tra i suoi fondatori l’astronauta e collaudatore Maurizio Cheli, e ora mette in cassaforte un contratto con l’Esa per sviluppare sistemi da montare a bordo di velivoli leggeri per missioni di osservazione della superficie terrestre. La torinese Digisky nasce nel 2007 e ha sede nel cuore dell’Aeroporto Aeritalia di Torino. «Lavoriamo nel settore dell’osservazione della Terra attraverso soluzioni che sviluppiamo per il monitoraggio in diversi settori – spiega il ceo Paolo Pari – con una flotta di quattro esemplari. Ora stiamo sviluppando un sistema integrato di raccolta dati e immagini per integrare il lavoro dei satelliti in orbita». Gli aeroplani sono dotati di sistemi in grado di “imbarcare” diversi tipi di sensori, un sistema certificato, brevettato e modulare che si monta sotto l’ala del velivolo per trasformarlo in un aereo per telerilevamento.

L’uso dei velivoli a distanze limitate rispetto alla superficie terrestre di fatto rappresenta una possibilità di potenziamento del lavoro dei satelliti. «Il vantaggio degli aeroplani rispetto ai droni– aggiunge Pari – è di non avere limitazioni operative. Il pilota a bordo ha a disposizione dispositivi per seguire le indicazioni che arrivano direttamente dal computer di missione, con una precisione assoluta». Digisky ha sviluppato una tecnologia capace di “abilitare” il lavoro degli aeroplani grazie ad un kit certificato e ad un sistema di comando e controllo sviluppato insieme ad Altec, entrata nel capitale sociale, e questo ha convinto l’Esa a collaborare con la società piemontese. In azienda lavorano una decina tra ingegneri e piloti, Digisky opera con i suoi aeroplani ma può anche comprare, allestire e rivendere velivoli per conto terzi. «Questo modello – aggiunge l’amministratore delegato – ci ha permesso di operare in rete, con operatori locali, in molte aree del mondo».

Loading...
Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti