ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùEnogastroturismo

Vendemmia didattica per scoprire Langhe, Monferrato e Roero

Il cuore del Piemonte si riconferma area laboratorio

di Vincenzo Chierchia

(© Adam Eastland)

I punti chiave

  • Il progetto
  • Laboratorio didattico
  • La gestione dell’offerta

1' di lettura

Langhe, Monferrato e Roero rilanciano sull’enogastroturismo e ampliano l'offerta turistica territoriale con la vendemmia didattica, come informa una nota. Da inizio settembre a metà ottobre il turista potrà scoprire i segreti del lavoro in vigna. Programmate in maniera coordinata attività che consentono di partecipare ad uno dei momenti più significativi del mondo vinicolo e di conoscere le realtà delle aziende vinicole a conduzione familiare.

Come spiegano dall’Ente turistico l'attività di vendemmia didattica è un viaggio immersivo che inizia con l'accoglienza in cantina, prosegue nel vigneto con l'introduzione alla vendemmia. Momento centrale è la raccolta dell'uva a fianco dei produttori. A conclusione dei lavori, visita e degustazione di vini.

Loading...

Si potranno vendemmiare i vitigni più celebri di Langhe Monferrato Roero, a seconda della zona: Nebbiolo, Barbera, Dolcetto, Arneis, Moscato, Favorita, Chardonnay, Pelaverga, Freisa, Bonarda, Ruché, Cortese, Albarossa, Grignolino, Merlot, Pinot grigio, Pinot nero, Sauvignon.

L'esperienza di vendemmia può essere abbinata ad uno o più servizi aggiuntivi proposti dalle cantine, come degustazione di prodotti tipici locali o yoga in vigna.

Il progetto è ideato e promosso da Ente Turismo Langhe Monferrato Roero e gestito operativamente da Piemonte On Wine (www.piemonteonwine.it), con l'obiettivo di implementare, differenziare e migliorare il prodotto enoturistico in Langhe Monferrato Roero, oltre ad aumentare l'attrattività globale della destinazione.

Lo svolgimento della vendemmia didattica è regolamentato da uno specifico disciplinare redatto a luglio 2021 dall’Ente al fine di concretizzare la normativa ministeriale vigente che regola le attività enoturistiche. Il disciplinare, inoltre, stabilisce criteri e standard di sicurezza e di qualità condivisi con le cantine.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti