L’incidente

Vendemmia, esalazioni da una vasca con mosto: 4 morti in Calabria

Le vittime della tragedia di Paola erano tutti parenti. Una quinta persona è rimasta gravemente ferita. Si indaga sulla presenza di sostanze tossiche

Morti sul lavoro, Draghi: "Presto in arrivo provvedimenti"

1' di lettura

Quattro persone sono morte in Calabria a causa delle esalazioni emanate da una vasca dove era contenuto mosto d’uva. Una quinta persona è rimasta ferita gravemente ed è stata trasferita in ospedale. L’incidente è avvenuto nel comune di Paola, in provincia di Cosenza, in contrada Carusi. Sul posto sono presenti del Vigili del fuoco in attesa anche di una squadra del locale reparto Nucleare, biologico, chimico e radiologico della polizia di Stato per capire il tipo di sostante tossiche sprigionate dalla vasca. Erano intenti a produrre il vino papà Santino Carnevale con il figlio Massimo e i due fratelli Valerio Scofano e Giacomo Scofano (cognati di Santino) ma le esalazioni di mosto sono state fatali, secondo le prime ricostruzioni.

Sul caso è intervenuto, tramite Facebook, il ministro per le Politiche agricole, alimentari e forestali, Stefano Patuanelli: «Altre inaccettabili morti sul lavoro. Ancora una volta la politica si trova a fare i conti con un bilancio non più accettabile. Il Pnrr e la fase storica che stiamo attraversando devono dare uno stimolo decisivo al tema della sicurezza sui luoghi di lavoro. Dal ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali, un contributo lo daranno i fondi destinati alla meccanizzazione, mezzo miliardo di euro, che saranno gestiti assieme a Inail sul modello dei bandi Isi. Ma lo sforzo deve essere complessivo, del sistema Paese, e deve passare da un dialogo tra le parti sociali».

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti