commercio

Vendite al dettaglio stagnanti a novembre, calano i piccoli negozi, bene online

Crescita tendenziale positiva per ecommerce e grande distribuzione, mentre i piccoli continuano a soffrire


default onloading pic
Ansa

1' di lettura

Ecommerce e grande distribuzione continuano a registare una dinamica tendenziale positiva per le vendite, mentre i piccoli negozi fanno sempre più fatica. A novembre 2019 l’Istat stima, per le vendite al dettaglio, un calo congiunturale dello 0,2% in valore e dello 0,3% in volume.

Alla vigilia della stagione natalizia la contrazione riguarda i beni non alimentari (-0,3% in valore e -0,4% in volume), mentre le vendite dei beni alimentari calano in volume (-0,2%) ma restano invariate in valore.

Su base tendenziale a novembre si registra una crescita complessiva dello 0,9% in valore e dello 0,7% in volume. Aumentano le vendite dei beni alimentari (+2,2% in valore e +1,4% in volume), mentre le vendite dei beni non alimentari sono stazionarie in valore e in lieve aumento in volume (+0,1%).

L'Istat segnala come a novembre prosegue la dinamica tendenziale positiva per il commercio al dettaglio, con il sesto mese consecutivo di crescita. Tuttavia l’andamento positivo è limitato al commercio elettronico e alla grande distribuzione, settori per i quali si amplia la divergenza rispetto alla distribuzione tradizionale.

Per i piccoli negozi, infatti, novembre è stato un altro mese archiviato in “rosso”. Su base annua le vendite al dettaglio sono scese dell'1,4% mentre sia la grande distribuzione che l'online hanno messo a segno guadagni, rispettivamente del 3,3% e del 4,1%.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...