2/5Industria

Veneto / Dove si è diffusa la contaminazione da Pfas

Dalla zona di Trìssino gli Pfas si sono diffusi non solamente nel terreno circostante ma anche nella falda acquifera sotterranea del Veneto centrale, con particolare concentrazione nelle acque sotterranee del Vicentino, dell’Alto Padovano e di parte del Veronese. In particolare le aree più contaminate sono tra San Bonifacio e Badia Polesine, tra il Canal Bianco e le colline beriche ed euganee: al centro della zona c’è Cologna Veneta. Per concentrazione di perfluoroalchilici Pfas spiccano Lonigo, Cologna, Pojana, Montagnana, Albaredo, Minerbe, Noventa Vicentina,Bonavigo, Legnago e Terrazzo.VAI AL DOSSIER PFAS

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti