ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùGasparini (Mirano)

Venezia e San Paolo, i due fronti d’espansione

di Barbara Ganz

2' di lettura

Due fronti; quello interno, con i lavori in corso per il completamento di 5mila metri quadrati del sito produttivo di Mirano, Venezia, e quello estero per Gasparini Mercosul, filiale produttiva e commerciale nata nel 2011 a San Paolo in Brasile, che prevede il raddoppio del locale dedicato alla mensa dipendenti e un nuovo parcheggio per auto e camion aziendali di 3mila metri quadri. Ha appena compiuto 70 anni e cresce Gasparini Spa, fondata nel 1952 dai fratelli Luigi e Ferdinando Gasparini e inizialmente circoscritta in pochi metri quadrati dove venivano trasformati pezzi di acciaio in strumenti meccanici - prima tritacarne, poi tritaghiaccio e infine macchine per la lavorazione per lamiera. Oggi l’azienda copre un’area di 10mila mq, si avvale della collaborazione di 120 dipendenti e opera in 35 Paesi in tutto il mondo. Dopo la prematura scomparsa dei fondatori, oggi l’azienda continua la sua attività sotto la guida dei figli Filippo e Francesco Gasparini. Ai festeggiamenti per il settantesimo ha partecipato anche il primo dipendente assunto nel 1952, il signor Angelo Marcon, e Sergio Busato, in pensione dopo 44 anni di carriera in Gasparini. Il fattore umano, spiegano in azienda, ha da sempre un ruolo centrale: nonostante la volontà di estendere oltre confine gli orizzonti commerciali – il fatturato 2021 ha contato il 95% export - è sempre rimasto forte anche il legame con il proprio territorio. Il lavoro che consente di completare tutti gli impianti, anche i più complessi, è frutto dell’engineering sviluppato nella sede di Mirano, mentre i componenti prendono forma attraverso un network di fornitori coltivato negli anni, piccoli artigiani o imprese più strutturate situate in un raggio massimo di 30-40 chilometri dal quartiere generale. I macchinari sono costruiti e collaudati nella sede di Mirano e rappresentano un’eccellenza del comparto Macchine utensili italian. La politica aziendale adottata ha da sempre privilegiato un approccio alla sostenibilità ambientale: il complesso aziendale è energeticamente autosufficiente con un impianto fotovoltaico che, con l’ampliamento della superficie produttiva, aumenterà del 50% la sua attuale capacità.

Loading...
Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti