ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùMaltempo

Marea alta a Venezia: picco di 95 centimetri alla Punta della Salute

È una quota che non prevede l’innalzamento del Mose, che si prepara per stasera. Evento legato al passaggio dell’anticiclone sull’Italia

GettyImages

2' di lettura

Ha toccato 95 centimetri alla Punta della Salute, alle ore 10.30 del 28 agosto, il picco di alta marea previsto nella laguna di Venezia. Si tratta di una quota che non prevede l’innalzamento del Mose, ma bagna le zone basse della città, in particolare piazza San Marco, dove l’acqua alta inizia a essere percepibile quando l’altezza della marea è superiore a 82 centimetri. Se la quota di marea sale fino a 105 centimetri, inizia ad allagarsi anche l’area del Ponte di Rialto, mentre sono necessari 135 centimetri di marea perché l’acqua lambisca il livello di calpestio nel piazzale di fronte alla stazione ferroviaria. Altre aree della città sono anche più alte.

Eventi mareali anomali

Quello del 28 agosto è il primo di una serie di eventi mareali abbastanza anomali per la stagione, tutti intorno o oltre il metro, previsti fino al 31 agosto e legati al passaggio dell’anticiclone sull’Italia. Il transito della depressione - sottolinea il tavolo tecnico per le previsioni della marea che si è riunito il 27 agosto - comporta una brusca diminuzione della pressione atmosferica e l’innesco di venti di Scirocco in Adriatico, generando condizioni favorevoli all’innalzamento del livello del mare in Adriatico Settentrionale. Si tratta di una situazione comunque incerta, legata alle temperature elevate e all’umidità dell’aria, che possono rafforzare il ciclone. Le previsioni del tavolo tecnico vedono un picco di marea di 100-115 cm alle ore 20.30 del 28 agosto che diventano 95-110 cm il 29 agosto alle ore 10.30 e alle ore 21.30.

Loading...
Allarme Unesco: "Venezia tra i patrimoni a rischio"

Dal primo maggio, terminata la cosiddetta “stagione mareale”, è stato sospeso il servizio di posa passerelle in caso di alta marea. Il servizio riprenderà, come di consueto, il 15 settembre 2023.

Solo quattro volte dal 1872

Una marea a Venezia così sostenuta in questo momento dell’anno è riporta negli annali dal 1872 solo quattro volte, di cui due nell’ultimo mese di agosto. Questa coda estiva sta mostrando una fase di eccezionalità meteorologica che resterà nella storia: lo conferma Alvise Papa, responsabile del Centro maree del Comune di Venezia. Al punto che questa sera si alzeranno le barriere del Mose per proteggere la città lagunare da una marea che si annuncia in tarda sera intorno ai 108 centimetri. Non è escluso un picco sino a 115 centimetri.

«È assolutamente inusuale quello che sta accadendo - spiega Papa all’Ansa - la situazione meteo si è assolutamente complicata, abbiamo onde di sessa tra Trieste e Venezia che stanno andando avanti e indietro, seguendo un fenomeno assolutamente inatteso. La configurazione meteorologica risulta anomala per il periodo estivo e presenta una elevata incertezza, incrementata dalle temperature elevate e umidità dell’aria, che forniscono un contributo caotico alla vorticità e allo sviluppo del ciclone>.

Mose in funzione

Intanto i tecnici del Mose, d’intesa con il Comune, hanno già avviato la procedura per l’innalzamento delle paratoie. «La prudenza è necessaria», rilevano, sottolineando che quello di stasera sarà un cosiddetto «sollevamento di salvaguardia», il primo della stagione, per cui anche senza la previsione del tetto minimo di 120 centimetri (prima era 130) dettato dai regolamenti, in particolari condizioni di tempo - potenza del vento e perturbazioni in arrivo - le paratoie di difesa dal mare si sollevano comunque.

Riproduzione riservata ©

loading...

Loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti