Accordi con Eni e Toyota

Venezia punta sulla mobilità all’idrogeno

In occasione dei numerosi eventi della “Japan Week” nel capoluogo veneto, si e' evidenziata una ripresa dei rapporti economici e delle collaborazioni bilaterali con il Giappone

dal nostro inviato Stefano Carrer


Venezia punta sulla mobilità all'idrogeno

4' di lettura

VENEZIA - La Japan Week promossa a Venezia dalla Fondazione Italia-Giappone è stata l’occasione per evidenziare una ripresa dei rapporti economici e delle collaborazioni bilaterali ed è culminata nella firma di accordi tra Eni, Toyota, Comune e Città Metropolitana finalizzati a posizionare Venezia come area di avanguardia nella sperimentazione della mobilità a idrogeno.

Mobilità all’idrogeno
Le intese prevedono che Eni renda operativa una stazione di rifornimento di idrogeno in una delle stazioni di servizio della società nel territorio veneziano, mentre Toyota metterà a disposizione una flotta di 10 vetture a idrogeno Mirai.

GUARDA IL VIDEO - Venezia punta sulla mobilità all’idrogeno

«Vogliamo dimostrare che l’attenzione all'ambiente, non deve essere percepita come un costo per la collettività, ma diventa volano per l'economia circolare. Un esempio per l'Italia e l'Europa che nasce nel cuore produttivo ed industriale di Porto Marghera. Con Eni e Toyota implementiamo una partnership pubblico-privata che punta alla ricerca ed innovazione a ricaduta produttiva», ha detto il sindaco Luigi Brugnaro. In prospettiva, la mobilita' a idrogeno dovrebbe estendersi anche alle imbarcazioni. Giuseppe Ricci, Chief Refining & Marketing Officer di Eni, ha sottolineato che il gruppo punta a una sempre maggiore diversificazione e che sta investendo anche nelle tecnologie per la produzione di idrogeno da rifiuti. Con Toyota, ENI ha gia' raggiunto una intesa per realizzare una stazione di servizio nell'area milanese, ora in attesa delle autorizzazioni burocratiche. La firma dei due accordi ( tra Città Metropolitana di Venezia e Eni, per la creazione di una «Piattaforma Idrogeno» a Marghera e Città Metropolitana di Venezia, Eni e Toyota eper l'installazione di una «Stazione di rifornimento a idrogeno) è avvenuta al municipio di Mestre, è stata accompagnata da un seminario sulla “Rivoluzione dell'Idrogeno” al quale ha partecipato anche Nobutaka Takeo, direttore generale dell'Ufficio NEDO (New Energy Development Organization) in Europa: Takeo ha evidenziato che il governo nipponico è in prima fila nel promuovere l'idrogeno, ma che per un decollo della “civiltà dell’idrogeno” sono necessari sia un continuo miglioramento delle tecnologie sia collaborazioni interazioni che contribuiscano a ridurre i costi, realizzare una produzione di massa e arrivare a integrazioni con il sistema dell'energia nel suo complesso. La strada è lunga, specialmente in Italia dove oggi funziona solo una stazione (mobile) a Bolzano.

Forum «Il Giappone in Veneto»
“In un momento in cui l’economia europea dà chiari segnali di rallentamento, è ancora più importante puntare a sviluppare business su altri mercati, specialmente quelli che appaiono più promettenti”, ha affermato il presidente di Confindustria Veneto, Mattei Zoppas, in occasione dell'incontro tra imprenditori italiani e giapponesi , con la presenza di molti rappresentanti istituzionali, svoltosi a Ca' Vendramin Calergi (“Il Giappone in Veneto: Cooperazione e investimenti”). Zoppas ha citato le accresciute opportunità legate all'entrate in vigore, lo scorso primo febbraio, dell’accordo di libero scambio tra Unione Europea e Giappone. I dati relativi al nostro export sono incoraggianti, specialmente in alcuni settori che hanno visto l'abbattimento dei precedenti dazi. Nel periodo febbraio-luglio, ad esempio, l'export in Giappone dei nostri vini e' aumentato del 17,9%, con punte di oltre il 22% per i vini spumanti. “Si puo' fare di piu' per contrastare una concorrenza anch'essa forte”, ha affermato l'ambasciatore a Tokyo Giorgio Starace, annunciando una nuova iniziativa promozionale con modalita' innovative (compresa una presenza sui social media) che si propone di diffondere tra i giapponesi l'abitudine all'aperitivo italiano. Civi e vini italiani saranno oggetto di una speciale promozione in occasione dei Campionati Mondiali di Rugby che il Giappone sta per ospitare. Per il settore agro-alimentare e moda, Confindustria e Ice hanno organizzato una missione per piccole e medie imprese a Tokyo e Osaka dal 10 al 14 novembre (adesioni aperte fino al 13 settembre), appena prima dell'assembea precaria dell'Italy-Japan Business Group, cui seguita' un road show di Invitalia a Tokyo, Osaka e Nagoya.

Non solo agroalimentare
Un altro versante è quello tecnologico: a ottobre si tiene l'Italy-Japan Innovation day con 15 start-up, mentre all'inizio del prossimo anno sara' organizzato il primo Forum Italia-Giappone su ricerca e Innovazione, al quale parteciperanno ricercatori, start-up e e imprese tecnologiche. Ieri, sulla scia di un accordo di tre anni fa tra la Camera di Commercio giapponese in Italia e l'Universita' Ca' Foscari, si e' tenuto l'annuale incontro tra studenti di lingua giapponese e imprese nipponiche (da questo tipo di iniziativa sono gia' scaturiti un centinaio di stage e una ventina di assunzioni). Il presidente dell'Ice Carlo Ferro, oltre a confermare l'imminente apertura di un desk a Osaka in aggiunta alla sede di Tokyo, ha espresso la sua disponibilita' ad appoggiare l'istituzione di corsi speciale di management per studenti di lingua giapponese a Ca' Foscari e alla Venice International University. In occasione della Mostra internazionale del cinema di Venezia (aperta dal film “Le Verita'” del registra Hirokazu Kore-eda) si e' tenuto il primo panel delle rispettive industrie cinematografiche: e' gia' pronta la prima co-produzione, che attende la firma dell'accordo politico sulle produzioni congiunte atteso per il 2020.

Settimana veneziana a Tokyo
Dopo la Japan Week a Venezia, il presidente della Fondazione Italia-Giappone Umberto Vattani ha dichiarato che con il sindaco Brugnaro sta predisponendo la realizzazione di una “Settimana Veneziana” a Tokyo. Oltre agli eventi di carattere economico-commerciale, la Japan Week si e' articolata su numerosi eventi culturali, tra cui una “Madama Butterfly” al Teatro La Fenice con le scenografie multimediali e astratte di Mariko Mori, e una conferenza dell'archistar Tadao Ando al Teatrino di Palazzo Grassi. Il 6 settembre, in chiusura della manifestazione, dopo l'inaugurazione della mostra di Uemon Ikeda “Fragility- Il Filo Rosso””, alla Venice International University Ando riceve un premio della Fondazione Italia-Giappone assieme a Yuzo Yagi (l'imprenditore-mecenate che tra l'altro ha finanziato il restauro della Piramide di Caio Cestio) e a Elisabetta Belloni (titolare della Segreteria Generale della Farnesina).

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...