stretta del regime di maduro

Venezuela, arresti e perquisizioni negli uffici dell’opposizione

Stretta del regime venezuelano contro l’opposizione mentre il leader Juan Guaidò è all’estero. Arrestato un deputato, perquisiti gli uffici

default onloading pic
Il leader dell’opposizione e autoproclamato presidente venezuelano Juan Guaidò

Stretta del regime venezuelano contro l’opposizione mentre il leader Juan Guaidò è all’estero. Arrestato un deputato, perquisiti gli uffici


2' di lettura

Un deputato dell’opposizione arrestato, perquisizioni negli uffici del leader e autoproclamato presidente ad interim del Venezuela, Juan Guaidò. Riesplode il confronto politico del Paese sudamericano, proprio mentre lo stesso Guaidò è impegnato in un viaggio internazionale per ottenere sostegno alla sua campagna per rovesciare il presidente Nicolas Maduro.

«Ci hanno appena confermato la presenza di funzionari della
Sebin (l’intelligence venezuelana, ndr) all'interno dell'ufficio del presidente Guaidò», ha detto ai giornalisti la deputata dell’opposizione
Delsa Solorzano. Gli agenti, vestiti di nero e armati, con i volti nascosti da
cappucci, hanno sorvegliato per diverse ore la sede gli uffici dell'opposizione prima di entrare all’interno dell'edificio. «Qualunque sia la procedura in corso - ha detto Solorzano - sta avvenendo senza autorizzazione e senza testimoni» . Sul posto sono giunti vari deputati dell’opposizione esprimendo il timore che l’irruzione possa servire a depositare prove false.

In precedenza, il deputato dell’opposizione Ismael Leon è stato fermato dai mermbri delle Faes, le forze speciali bolivariane che fanno capo a Maduro. La denuncia è stata ufficializzata dall’Assemblea nazionale su Twitter, dopo un annuncio fatto in aula dalla deputata Adriana Pichardo. Un altro deputato, Gilber Caro, è in arresto dal 20 dicembre.

Gli ultimi sviluppi confermano la stretta del regime di Maduro sull’opposizione mentre Guaidò sfida il divieto di lasciare il Venezuela. Il leader dell’opposizione ha incontrato il premier britannico Boris Johnson e dovrebbe prendere parte nei prossimi giorni al Forum economico di Davos. «Dittatura vigliacca! - ha tuonato su Twitter Guaidò - . Mentre sono in viaggio alla ricerca di aiuti per superare la tragedia che i venezuelani stanno vivendo, si mostrano senza vergogna. Noi restiamo saldi, otterremo la libertà!».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti