rischio obbligazioni in scadenza

Venezuela, riparte la mediazione ma lo spettro del default resta

di Roberto Da Rin

(AP)

2' di lettura

Un altro tentativo di mediazione, l'ennesimo. Il Venezuela sull'orlo del baratro tenta di riallacciare il dialogo. Governo e opposizione si incontrano a Santo Domingo il 27 settembre. In prima fila, tra i mediatori c'è l'ex premier della Spagna, Luis Zapatero, oltre al presidente della Repubblica Dominicana, Danilo Medina. Altri mediatori provengono da Messico, Cile, Bolivia e Nicaragua.
Intanto però, oltre all'instabilità politica, si prefigura uno scenario inquietante anche da un punto di vista finanziario, lo spettro di un default tra fine ottobre e inizio novembre.

Dopo le sanzioni economiche introdotte da Donald Trump il Venezuela potrebbe trovarsi in difficoltà per i prossimi pagamenti delle cedole dei titoli Pdvsa in scadenza. Le sanzioni introdotte il 26 agosto scorso si traducono nel divieto imposto alle banche americane di partecipare a emissioni di titoli venezuelani.
In particolare il provvedimento mette al bando il trading del debito di Caracas. Alle istituzioni finanziarie americane viene impedito di comprare e vendere nuovi bond emessi dal governo venezuelano e da Pdvsa (il colosso energetico di Caracas), la compagnia petrolifera di Stato. Viene anche proibita la gestione di alcuni bond esistenti posseduti dal settore pubblico venezuelano oltre al pagamento di dividendi al governo stesso.

Loading...

La compagnia Pdvsa dovrà rimborsare titoli per 3,2 miliardi di dollari; ne possiede 2 miliardi. Mancano 1,2 miliardi di dollari. Che succederà ? Oltre all’instabilità del Paese, all'inflazione vicina al 700% annuo, alla grave crisi alimentare, vi è il pericolo di un crack finanziario.

La exit strategy per superare questa impasse, al di là della scadenza delle obbligazioni in scadenza, sono l’utilizzo delle riserve della Banca Centrale, oramai scese a 10miliardi di dollari e, last but not least, l’aiuto della Russia di Putin che per contrapposizione con Trump potrebbe intervenire con sostanziosi aiuti all'amico Maduro.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti