Pon infrastrutture

Venti milioni per progettare sistemi di mobilità intelligente

Attiva la chiamata per le proposte progettuali: c’è tempo fino al prossimo 23 settembre

di Giuseppe Latour


default onloading pic
(Fotogramma)

1' di lettura

Venti milioni di euro messi a disposizione dal Pon Infrastrutture e Reti per progetti nel settore dei sistemi di trasporto intelligente. È quanto prevede l’avviso appena pubblicato sul portale dedicato al Pon dal ministero delle Infrastrutture. L’obiettivo è realizzare piattaforme e strumenti intelligenti di infomobilità, per il monitoraggio e la gestione del traffico di merci e persone, principalmente attraverso soluzioni gestionali e strumenti di monitoraggio del traffico.

Gli Its, fondati sull’interazione fra informatica e telecomunicazioni, consentono di trasformare i trasporti in un sistema integrato, nel quale i flussi di traffico, passeggeri e merci, sono distribuiti in modo equilibrato tra le varie modalità, per una maggiore efficienza, produttività e sicurezza.

I 20 milioni del Pon-Ir saranno finalizzati a raccogliere proposte progettuali per realizzare piattaforme e strumenti intelligenti di infomobilità per il monitoraggio e la gestione dei flussi di traffico di merci e persone, del traffico.

L’obiettivo è quello di migliorare e fluidificare i flussi di traffico di passeggeri e merci all’interno della rete infrastrutturale Ten-T delle regioni obiettivo del Programma e promuovere, attraverso tecnologie digitali interoperabili, l’implementazione di soluzioni a sostegno del trasporto integrato e intermodale per aumentare l’efficienza, la sicurezza e la sostenibilità – ambientale, economica e sociale – dei trasporti e delle infrastrutture.

Potranno presentare proposte progettuali i soggetti pubblici e privati che forniscono servizi di pubblica utilità o interesse in Basilicata, Campania, Calabria, Puglia e Sicilia. Le proposte dovranno essere inviate entro il 23 settembre del 2019.

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti