ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùWorld Ski Awards

Verbier, Laax e Kitzbühel in vetta alle preferenze di chi scia sulle Alpi

Sono 25 le nazioni prese in considerazione e oltre 14 le categorie sulle quali si esprimono utenti e professionisti di tutto il mondo. La Val Gardena è il comprensorio più gettonato in Italia

di Lucilla Incorvati

6' di lettura

Quali sono le località, gli hotel, gli operatori, le strutture più apprezzati dello sci di lusso nel mondo? Un importante sentiment arriva dai risultati della 9° edizione dei World Ski Awards che mirano a migliorare gli standard dell’industria dello sci, premiando i leader nei rispettivi campi. Avviati nel 2013, quest’anno hanno ricevuto un numero record di voti, una dimostrazione che l’appetito per il turismo sciistico non è mai stato così forte. Il settore costituisce un sistema importante del mercato globale dei viaggi: si stima che oltre 400 milioni di sciatori visitino ogni anno circa 2.500 stazioni sciistiche con oltre 6 milioni di posti letto.

Imparzialità del voto

Sono centinaia di migliaia i professionisti e i semplici utenti, provenienti da tutto il mondo che ogni anno votano per i prodotti, le destinazioni e i marchi preferiti, eleggendo poi la migliore stazione sciistica, il migliore hotel per lo sci, il migliore chalet e via dicendo, per ciascuna delle 25 principali nazioni prese in considerazione. La metodologia di voto è semplice: i voti espressi sono presentati online sul sito web dei World Ski Awards e per garatire imparzialità e indipendenza il voto funziona con un sistema “first-past-the-post”.

Loading...

Verbier, migliore stazione sciistica

Terreno di prim’ordine per chi ama sciare, affascinanti chalet e una fiorente scena après ski si sono rivelati una combinazione vincente per Verbier, miglior stazione sciistica del mondo. Arroccata su un altopiano soleggiato a 1.500 metri di altitudine, nel cuore delle Alpi svizzere, con i suoi chalet dal tetto in ardesia, Verbier ha conservato con cura il fascino di villaggio alpino, oltre che essere porta d’accesso al comprensorio sciistico delle 4 Vallées, con quasi 100 impianti di risalita e più di 400 km di piste per tutti i livelli di esperienza. Dietro si piazzano le bellissima Kitzbühel nel Tirolo austriaco e Val Thorens (Francia).

Val Gardena, miglior destinazione sciistica italiana

Val Gardena, miglior destinazione sciistica italiana

Photogallery11 foto

Visualizza

Laax, vince nel Freestyle

LAAX, piccolo borgo nel Canton Grigioni con poco più di 1600 abitanti, è freestyle in tutto e per tutto. Qui principianti oppure professionisti possono trovare l’halfpipe più grande del mondo, 4 snowpark con oltre 90 ostacoli e una linea pro kicker di dimensioni olimpiche. In valle c’è anche la Freestyle Academy, la prima sala freestyle indoor d’Europa che offre un’alternativa perfetta quando le condizioni meteorologiche sono sfavorevoli. È anche il punto d’incontro perfetto per sessioni di allenamento rilassate dopo il tramonto. Il freestyle non è solo una tendenza in LAAX, è tradizione. Dal 2005 LAAX ospita l’evento di snowboard più importante d’Europa: il famoso LAAX OPEN, già noto come Burton European Open. Seguono nella classifica Avoriaz 1800 in Francia e The Lake Louise Ski Resort in Canada.

W Verbier, top hotel di montagna

Appartiene alla catena Marriott il W Verbier, il più apprezzato hotel di montagna. Albergo di design dal lusso raffinato, è ai piedi delle piste, nelle immediate vicinanze della stazione a valle e della Place Blanche, il centro creativo di Verbier. Oltre a lussuose camere, suite e residence con magnifica vista, gli ospiti possono contare anche su 800mq2 della spa high-tech con piscine riscaldate interna ed esterna, nella sala fitness, nell’hamam. Seguono poi il Montana Lodge&Spa un hotel di lusso a due passi dal meglio che La Thuile possa affrire e Stein Eriksen Lodge Deer Valley, nel cittadina di Park City nello Utah (Usa)

The Vale Rusutsu il più apprezzato nuovo hotel

Posizionato alla base delle piste da sci del Rusutsu Resort è l’ultimo arrivato sulla scena dell’ospitalità legato allo sci in Giappone, primo condominio di lusso, progettato pensando alla natura. Infatti, tutte le camere sono dotate di ampie finestre dal pavimento al soffitto che offrono viste superbe sul Monte Isola, sul Parco Nazionale Shikotsu-Toya, sul Monte Ovest, sul magnifico Monte Shiribetsu e sui boschi naturali circostanti. Al secondo posto si collocano sempre in Giappone il Higashiyama Niseko Village, a Ritz Carlton Reserve (Japan) ai piedi del Monte Niseko Annupuri e Montage Big Sky, nuova destinazione in Montana (Usa) aperta alla fine del 2021.

Rocksresort supera tutti in sostenibilità

Rocksresort a Laax in Svizzera è stato premiato per l’approccio responsabile e sostenibile alle risorse e all’ambiente. Per costruire i “cubi” sono stati utilizzati solo materiali naturali e regionali, realizzati in solida pietra di Valser e ospitano appartamenti minimalisti. Molti degli edifici del Rockresort sono costruiti come edifici “Minergie” e aderiscono a standard di efficienza energetica certificati. Misure come la generazione di elettricità attraverso l’energia idroelettrica regionale e il riutilizzo del calore di scarto prodotto dagli edifici stessi assicurano una diminuzione della domanda di energia e dell’impronta ecologica. Seguono il Terra Jackson Hole in Usa e il Valsana Hotel Arosa in Svizzera.

Aurelio Lech, miglior Boutique Hotel

Aurelio Lech è un esclusivo e raffinato hotel a Lech nella regione dell’Arlberg considerata tra le migliori aree sciistiche e da snowboard di tutta Europa per la sicurezza di avere molta neve durante tutta la stagione invernale. Situato proprio nel mezzo della famosa Schlegelkopfpiste, l’hotel offre l’accesso diretto alle piste. Al secondo posto sono stati votati Astra Falls Creek nella omonima regione in Australia e Ultima Gstaad a Gstaad in Svizzera.

Chalet Zermatt Peak, primo chalet al mondo

Lo Chalet Zermatt Peak si trova all’ombra del maestoso Cervino nell’omonima cittadina del Vallese vietata alle auto e raggiungibile in treno. Al secondo posto si posizionano Le Chalet Mont Blanc a Chamonix in Francia e il Whiteworth Chalet in British Columbia (Canada).

Chalet Face à Face, è il nuovo chalet del mondo

Chalet Face à Face si trova in Val D’Isere e può ospitare fino ad un massino di 14 persone ideale per famiglie e amici. Immerso nella natura ma a pochi passi dal centro del borgo. Seguono Chalet Bacchus a Courchevel Moriond sempre in Francia e Chalet Rock and Roll a Chamonix in Francia, soluzioni quelle degli chalet sempre più apprezzate da un vasto pubblico.

Bergbahn Kitzbühel comprensorio scistico senza rivali

Alcuni dicono che lo sci sia stato inventato a Kitzbühel in Austria. Non a caso l’annuale gara dell’Hahnenkamm è senza dubbio la gara di piste più famosa al mondo. E il grande comprensorio sciistico Bergbahn Kitzbühel che lo circonda vive di questa reputazione, oltre che di servizi ineccepibili. Altrettanto famosi però sono anche quelli de la Compagnie des Alpes in Francia e quelli di Aspen Snowmass in Colorado negli Usa.

Ski Dubai per chi cerca ski resort al chiuso

Ski Dubai è uno ski-dome, ossia una stazione sciistica al coperto. Si trova all’interno del centro commerciale Mall of the Emirates, uno dei più grandi centri commerciali del mondo, situato a Dubai, negli Emirati Arabi Uniti. Al secondo posto si piazzano Guangzhou Snow Park e Harbin Sunac Snow Park entrambi in Cina.

Tui, il tour operator più consigliato

Nell’anno in cui molti impianti sono stati fermi c’è chi ha continuato ad organizzare vacanze sulla neve in vista della riapertura. E così la resilienza del gruppo tedesco TUI di fronte alle avversità è stata premiata con la sua vittoria. Seguono poi Bramble Ski e Sunweb, entrambi conosciuti nel mondo delle vacanze organizzate.

Leo Trippi, il professionista di viaggi per antonomasia

Leo Trippi, specialista in viaggi alpini di lusso dal 1882, è stato proclamato miglior agente di viaggio sciistico del mondo per il settimo anno consecutivo. Con uffici in diverse località chiave e un team diversificato a livello globale di esperti di viaggio affermati, multilingue e dedicati, quello che fa la differenza è la sua presenza di lunga data nelle Alpi e la conoscenza senza precedenti delle destinazioni. Seguono gli inglesi di Oxford Ski Company e poi Ski In Luxury/Ultimate Luxury ChaletsWorld’s.

Bella Cola Heli Sport il più affidabile per Heli-Ski

Bella Coola Heli Sports che opera nella vasta regione selvaggia della Columbia Britannica, ha vinto ancora una volta il primo premio, testimonianza del suo impegno nei confronti di piccoli gruppi, del servizio altamente personalizzato e del suo incessante desiderio di superare gli standard del settore per la qualità e la sicurezza dell’esperienza. E’ seguito a stretto giro da due operatori nazionali Northern Escape Heli-Skiing e Selkirk Tangiers Heli Skiin, segno di come questa esperienza, seppur molto diffusa sulle Alpi, abbia radici solide nell’America del nord.

Schneebeben, miglior operatore per il trasferimento

Schneebeben, che gestisce servizi da oltre 100 località in tutta la Germania fino alle Alpi, ha ottenuto il titolo di “Miglior operatore di trasferimento sciistico del mondo”, seguito da Ski-Lifts e SkyExpress

Italia: destinazioni, resort e chalet preferite

Se la Val Gardena si conferma migliore comprensorio dove andare a sciare, il già citato Montana Lodge&Spa è il miglior hotel dove soggiornare. Tra i Boutique Hotel il più apprezzato è il Saint Hubertus Resort & Spa a Cervinia in Val D’Aosta mentre lo chalet più desiderato è Cesa del louf che si affaccia sull’incantevole panorama delle Dolomiti Bellunes ad Arabba. Ai piedi dell’imponente massiccio del Sella, a 1.600 metri di altitudine c’è la a Val di Fodom, raggiungibile dallo chalet sci ai piedi.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti