sfilate

Verso i giorni della couture e dell’alta gioielleria

Per quest’anno la modalità più diffusa per presentare collezioni uomo, alta moda e alta gioielleria sarà quella virtuale

di G.Cr.

(Sergey Chayko - stock.adobe.com)

1' di lettura

Gennaio è per tradizione (insieme a luglio), il mese in cui Parigi ospita sia le collezioni uomo (sfilate e presentazioni in showroom), sia l’esclusività dell’haute couture (alta moda) e dell’alta gioielleria. Il 2021 non fa eccezione, ma persino per queste creazioni la modalità più diffusa sarà quella virtuale. Una scelta, a ben guardare, ancora più “forzata” che per il pret-à-porter, perché gli abiti di alta moda e l’alta gioielleria – tutti pezzi unici – possono essere apprezzati davvero solo se visti da vicino. Tant’è, meglio in remoto che invisibili: lunedì 25 ci saranno le sfilate (a porte chiuse) di Schiaparelli - che ha appena stupito il mondo con il vestito scelto da Lady Gaga (nella foto) per l’Inauguration Day di Joe Biden -, Dior e Valli. Seguiranno, fino a giovedì, altre maison, tra le quali Chanel, Valentino e Fendi, mentre l’alta moda di Giorgio Armani Privé, per una scelta annunciata dallo stilista prima dello scoppio della pandemia, tornerà in Italia: la sfilata, senza pubblico, sarà a Milano martedì.

Loading...
Riproduzione riservata ©

Consigli24: idee per lo shopping

Scopri tutte le offerte

Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link, Il Sole 24 Ore riceve una commissione ma per l’utente non c’è alcuna variazione del prezzo finale e tutti i link all’acquisto sono accuratamente vagliati e rimandano a piattaforme sicure di acquisto online

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti