Nuova era. Hypercar e ruote alte

Verso l’elettrico, aspettando il Ferrari suv

2' di lettura

Il contatto tra la Ferrari e l’elettrificazione si fa sempre più stretto. Infatti, tra le novità che arriveranno quest’anno da Maranello ci sarà anche un’hypercar ibrida plug-in. Per ora conosciuta con la denominazione interna F171 sarà la seconda Ferrari della storia contagiata da questa tecnologia, dopo la Sf 90 Stradale dalla quale è stata estrapolata anche la variante Spider alla fine del 2020. Questa scoperta sarà commercializzata fra qualche settimana, proprio come la Portofino M, svelata anch’essa lo scorso ma rallentata dalla pandemia che ha fermato per sette settimane le linee di montaggio.

I modelli citati rientrano tutti nel piano industriale della Ferrari 2018-2022, basato su un allargamento dell’offerta che ha già stravolto la gamma di Maranello, oggi arrivata a un’articolazione mai vista in passato poiché formata da 00 modelli. Ora lo sguardo si orienta verso il futuro prossimo, dato che nel 2022 è previsto l’avvento del modello più innovativo e più lontano dalla tradizione del brand: il suv Purosangue. Anch’esso, come la maggiore parte delle più recenti consanguinee, sarà il risultato dell’articolata strategia definita per allargare la gamma Ferrari.

Loading...

Quest’ultima si basa sia sulla realizzazione di inediti motori, come il V6 che sarà integrato nel powertrain elettrificato della berlinetta ibrida plug-in, da affiancare ai tradizionali V8 e V12 sia sulla realizzazione di nuove architetture. Alcune sono destinate ai modelli a propulsione convenzionale, altre tenendo in considerazione l’elettrificazione. Conseguentemente, Ferrari termiche ed elettriche avranno personalità che le posizioneranno in maniere differenti, sebbene non abdicando in nessun caso al Dna del marchio. Un presupposto irrinunciabile per gli uomini di Maranello e che condiziona lo sviluppo della prima full-electric di Maranello, che potrebbe rientrare nel prossimo piano industriale che sarà svelato il prossimo anno.

A confermare che una Ferrari alimentata solo dagli elettroni è prevista stato recentemente proprio il presidente John Elkann, sebbene ipotizzandola entro la fine del decennio. La spiegazione è semplice: la Ferrari non abbraccerà questa tecnologia fino a quando la tecnologia delle batterie non sarà in grado di sostenere tutti i requisiti che deve avere una vera Ferrari.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti