second hand

Vestiaire Collective punta sull’ economia circolare (anche a Milano)

La piattaforma di resale sperimenta la spedizione diretta e propone una serie di “Circularity Collab” con diversi marchi. E dal 18 al 23 a Milano un pop up store di “green couture”

di Chiara Beghelli

default onloading pic

La piattaforma di resale sperimenta la spedizione diretta e propone una serie di “Circularity Collab” con diversi marchi. E dal 18 al 23 a Milano un pop up store di “green couture”


2' di lettura

L’aggettivo “circolare” associato all’economia fa riferimento a un circolo virtuoso che estende la vita di un prodotto rimettendolo nel mercato, tramite i canali dell'usato, o “second hand”. Per la moda si tratta di un segmento che, stando al Resale report 2019 della piattaforma di usato statunitense ThredUp, nei soli Stati Uniti vale oggi 24 miliardi di dollari, ma arriverà a 51 nel 2023.

Un trend di crescita che si riscontra anche in quello di Vestiarie Collective, e-boutique di usato fondata nel 2009 in Francia, con oltre 7 milioni di utenti e che ha raccolto finora fondi per 149 milioni di euro, di cui 40 lo scorso giugno dalla banca d’investimento Bpifrance e dal nuovo ceo di Vc, Max Bittner.

Consapevole del proprio ruolo nel promuovere consumi di moda più sostenibili, Vestiaire Collective ha appena lanciato due nuovi progetti con questo obiettivo: il primo è il servizio di spedizione diretta dal venditore all’acquirente, che elide due passaggi e relative fasi di trasporto (con le loro emissioni) del tradizionale processo di vendita. Normalmente, infatti, la transazione passa attraverso il previo controllo qualità del team di esperti di Vestiaire Collective, che dopo aver ricevuto dal venditore l’oggetto da vendere, solo dopo un accurato esame per verificare la conformità dello stesso spedisce il prodotto a chi lo intende acquistare. L’offerta di spedizione diretta è limitata a oggetti che costano meno di 200 euro e a venditori che abbiano dimostrato nel tempo la propria affidabilità.

La seconda iniziativa è il lancio delle “Circularity Collab”, che coinvolgono invece i marchi: i rivenditori sono invitati a caricare su Vc i loro prodotti del brand proposto dal sito, e per ogni vendita riceveranno un buono da 10 euro da spendere poi nella nuova collezione del brand stesso. La prima serie di Collab è stata lanciata mercoledì, terminerà il 6 ottobre, e coinvolge sei marchi francesi fra cui Maje e Sandro.

Inoltre, dal 18 al 23 settembre Vestiaire Collective sarà partner dei Green Carpet Fashion Awards, la serata dedicata alla moda sostenibile in programma il 22 a Milano: la boutique Tearose di Milano ospiterà infatti uno speciale pop-up con creazioni “couture” pensate proprio per la serata, firmate da Yves Saint Laurent, Chanel, Valentino e Alexander McQueen.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti