i correttivi bloccati

Vestiario e buoni pasto degli agenti, la battaglia politica tra Lega e M5S

Infuria la battaglia sugli emendamenti al Dl sicurezza bis. Tra le proposte di modifica “recuperate”, la richiesta di aumentare le ore di straordinario dei Vigili del fuoco, poco meno di due milioni di costo annuo in più e la possibilità di fare assunzioni nella polizia locale per i comuni rispettosi del patto di stabilità

di Marco Ludovico


Dl sicurezza, Lega: multe a Ong fino a 1 mln

2' di lettura

Infuria la battaglia sugli emendamenti al Dl sicurezza bis. Anche oggi: appena finita la conferenza stampa sulla sicurezza nelle discoteche, il ministro dell’Interno Matteo Salvini fa una dichiarazione. «Questa mattina abbiamo ribadito la necessità di poter mandare in galera le criminali incinte. Spesso vengono utilizzate per furti e borseggi, sicure dell’impunità». Sugli emendamenti bloccati ieri dal presidente della Camera, Roberto Fico, si intravede qualche soluzione. Ma lo scontro politico è in corso.

GUARDA IL VIDEO - Dl sicurezza, Lega: multe a Ong fino a 1 mln

La tenuta del Dl sicurezza bis
Il tema delle giovani rom è noto: sono in attesa di un figlio, spesso adoperano più nomi, i cosiddetti alias, e Salvini le ha messe nel mirino da un pezzo. “Ripresenteremo l'emendamento al decreto sicurezza bis con i relatori”. Salvini ne fa una questione politica assoluta, ha già annunciato per lunedì prossimo una circolare ai prefetti per fare un censimento dei rom. Di certo è un colpo di risposta al presidente della Camera, Roberto Fico. La terza carica dello Stato, ieri, ha bloccato numerosi emendamenti della Lega al decreto. E guarda caso proprio Fico disse al termine della sfilata del 2 giugno, festa della Repubblica: “Dedico questa giornata ai migranti e ai rom”. Scatenando la reazione di Salvini ma anche di una parte del M5S in disaccordo.

Gli emendamenti in ballo
Oggi sono stati riammessi una serie di emendamenti ieri bloccati. Uno prevede lo stanziamento di due milioni di euro per il 2019 e 4,5 milioni l'anno dal 2020 al 2026 per il miglioramento e il ricambio del vestiario della Polizia di Stato. Si propone poi di estendere a tutto il personale del comparto sicurezza e difesa, in modo omogeneo, un buono pasto di sette euro: gli oneri annuali per lo Stato necessari alla misura sono inferiori al milione di euro l'anno.

Oneri in più ma contenuti
C'è poi la richiesta di aumentare le ore di straordinario dei Vigili del fuoco, poco meno di due milioni di costo annuo in più; la possibilità di fare assunzioni nella polizia locale per i comuni rispettosi del patto di stabilità; l'istituzione dell'ispettorato scuole della Polizia di Stato; gli incrementi delle remunerazioni dei volontari del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, dal 2022 per un milione e mezzo di euro. Sulla polizia locale lo stop è tuttora in corso. Guarda caso, proprio ieri il Consiglio dei ministri ha licenziato il disegno di legge delega di riordino della polizia locale, proposto da Salvini. Al di là delle legittime esigenze della Polizia di Stato, dei Vigili del fuoco e della polizia locale, l'esito finale sulle norme sarà tutto politico.

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...