ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùRischi Sistemici

Esclusi i prodotti finanziari dalle piattaforme dei giganti cinesi dell’online

Alibaba, Tencent, Didi, Meituan & co. si stanno adeguando rapidamente alla nuova legge sul microlending.

di Rita Fatiguso

2' di lettura

I giganti cinesi dell’hi-tech stanno cancellando in massa i prodotti finanziari dalle loro piattaforme.
Una legge entrata in vigore il 2 dicembre dà loro un anno di tempo per eliminare la vendita di prodotti finanziari da piattaforme di pagamento online collegate a banche regionali. Attività di vendita online e attività bancaria non possono più coesistere in Cina.

Il buon esempio

Brucia ancora la sospensione dell’Ipo miliardaria di Ant Group lo scorso 3 novembre, mandata all’aria proprio dalla nuova legge sui piccoli prestiti varata il giorno prima dalla Banca centrale che – nel timore di rischi finanziari a catena – ha imposto un rigido divieto. Così Tencent Holdings Ltd., JD.com Inc., Baidu Inc., Didi Chuxing Technology Co. Ltd., Meituan, Xiaomi Corp., e Lufax Holding Ltd., che è sostenuta da Ping An Insurance (Group) Co. of China Ltd., hanno smesso di offrire prodotti che autorizzano depositi veloci per prestare soldi facili.

Loading...

Hanno seguito il buon esempio di Ant financial e JD Finance e Didi Finance i cui clienti hanno ritirato i loro soldi, senza che nemmeno fosse chiaro quali prodotti alternativi sarebbero stati messi a loro disposizione.

La legge conta

Parlando a un forum finanziario Eric Jing ha affermato che Ant Group Co Ltd. sta lavorando a stretto contatto con le autorità di regolamentazione e sta facendo del suo meglio per affrontare le conseguenze della sospensione della quotazione della piattaforma.

“Il rispetto della regolamentazione è la pietra angolare per lo sviluppo stabile e a lungo termine della tecnologia finanziaria”, ha detto Jing. Di fatto i microprestiti sono stati uno dei principali driver di business dell’azienda che, quando tornerà sul mercato, rischia di dover affrontare una decurtazione significativa pari a 2 trilioni di yuan (302,5 miliardi di dollari). L’onda d'urto della sospensione si è anche diffusa ben oltre il Gruppo Ant influenzando altre società fintech che stanno valutando le offerte pubbliche iniziali (IPO).


Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti