Viaggi24

Tunisia, la perla di settembre

  • Abbonati
  • Accedi
Grandi Viaggi

Tunisia, la perla di settembre

La spiaggia di Monastir (foto Milestone Media)
La spiaggia di Monastir (foto Milestone Media)

Il momento migliore è arrivato. Se non avete ancora deciso dove andare in vacanza, o avete ancora qualche giorno da spendere, la Tunisia tra fine agosto e settembre offre il meglio di sé. Il clima è caldo, ma non è quello dei giorni più roventi, le folle di agosto non ci sono più e i prezzi sono notevolmente più bassi. Senza contare il fatto che, per raggiungere il Paese, ci vogliono solo poche ore di volo. Motivi che valgono la partenza, assecondando i propri desideri. Abbiamo selezionato le 15 migliori offerte, da cogliere al volo. Idee che spaziano dalle spedizioni alla scoperta del deserto in 4x4, ma anche in moto e quad, ai migliori resort dove rimettersi in forma con la talassoterapia, fino ai classici villaggi tutto incluso, dove la vacanza scorre nel massimo relax.

VILLAGGI, MA NON SOLO
I villaggi tunisini sono un grande classico, per chi ama una vacanza senza dover pensare a nulla: spiaggia attrezzata, ristoranti sul mare, piscina, attività sportive di mare e di terra. In più, chi viaggia con i bambini anche piccolissimi, può contare su assistenza qualificata, miniclub e area giochi. Per tutto il mese di settembre le tariffe diventano ancora più vantaggiose. Come quella del villaggio El Borj, che si trova nei pressi di Mahdia, sulla costa orientale della Tunisia (7 giorni con volo e tutto incluso da 430 euro, tel. 895 589565, con Eden Viaggi) o al Club Venus, fresco di restyling, a pochi chilometri da Hammamet (7 giorni con volo e tutto incluso da 979 per due persone, tel. 199 848585, con Alpitour). Nuovo anche il Kelibia, a est di Tunisi, sulla spiaggia omonima, (8 giorni, con volo e soggiorno in pensione completa da 520 euro, tel. 199 471 471, con Going).

Ma ci sono anche proposte per chi al villaggio preferisce la privacy di un albergo. A Tozeur, per esempio, si trovano le stanze arabeggianti del Tamerza Palace, un albergo di grande charme in stile berbero, che si affaccia sulle montagne dell'Atlante. Cucina curatissima, spa ed escursioni alla scoperta di oasi e villaggi (doppia da 135 euro). Per provare il gusto di essere i primi, si può prenotare il nuovissimo Dar Hi, albergo progettato da Matali Crasset, nei pressi di Nefta. All'esterno ricorda un tipico villaggio berbero, con cupole a volta e colori che richiamano la terra tunisina. Le stanze, invece, sono un omaggio al design contemporaneo, come le Pilotis, con grandi finestre che si aprono all'altezza delle palme, le Troglodyte, ricavate all'interno della parete rocciosa, o le Dunes, allo stesso livello della sabbia del deserto. Per gli ospiti, ristorante di cucina biologica, centro benessere e piscina (doppia da 300 euro).

BENESSERE SOTTO IL SOLE
Sull'isola di Djerba si prende il sole, si gioca a golf e a tennis, e poi ci si ritempra nella spa. Lo SprinDjerba Golf & Spa offre la possibilità di trascorrere una vacanza all'insegna delle energie più sane. Gli ospiti possono contare, infatti, su palestra, 5 campi da tennis, green a 18 buche, centro per sport acquatici e una grande spa dove provare massaggi sportivi, aromaterapia, riflessologia plantare (7 giorni con volo e soggiorno tutto incluso, da 680 euro, Sprintours).

Al Village Resort di Tabarka, sulla costa nord del Paese, il centro benessere è di 2500 metri quadrati. La specialità sono i trattamenti talassoterapici, che utilizzano l'acqua di mare, ma anche sale e fanghi (7 giorni con volo e soggiorno, da 589 euro, con Valtur). Stessa filosofia anche al Thalassa Mahdia di Monastir (8 giorni, con volo e all inclusive da 611 euro, con Settemari) e al SeaClub Africa Jade Thalasso, vicino al Nabeul. Il suo nuovo centro di talassoterapia, di 3500 metri quadrati, si affaccia sulla spiaggia di Korba e offre piscine, hammam, cure che sfruttano i benefici dell'acqua marina, ma anche trattamenti d'ispirazione orientale, come massaggi ayurvedici e shiatzu (7 giorni con volo e soggiorno in pensione completa con bevande, da 620 euro, con Francorosso).

Ma la palma d'oro per la più bella struttura consacrata al benessere spetta al The Residence. L'albergo si trova a una ventina di minuti dall'aeroporto di Tunisi ed è stato pensato dall'architetto Christian Denizot come un tempio orientale dove si compiono cerimonie per il corpo e lo spirito. La remise en forme è su misura e si concentra soprattutto sul recupero del tono muscolare e la perdita dei chili in più. Tutto questo attraverso consulenze specialistiche con medici esperti in idroterapia, fisioterapisti e personal trainer. Poi massaggi, trattamenti talassoterapici, in acqua e a secco, percorsi in acqua, hammam disintossicanti, attività fisica e cucina dietetica. Sono disponibili anche terapie mirate per la schiena, le gambe e terapie anti-age al viso e al corpo (doppia in b&b da 157 euro, tel. 02 721361, con Hotelplan).

DESERTO E ARCHEOLOGIA
Spazi infiniti e un'impagabile sensazione di libertà. È questa la sensazione che si prova attraversando il deserto della Tunisia. Un viaggio essenziale, che richiede un bagaglio leggero, da caricare facilmente sulle jeep che portano verso oasi e dune. Fino al 30 ottobre si può partecipare alla spedizione "Panorami del sud", che parte da Tozeur e tocca le oasi di Chebita e Tamerza, le città fortificate di El Ferche e El Hadeda, l'antico villaggio berbero di Chenini, arroccato sulla collina, il lago salato di Chott el Djerid, che offre uno straordinario paesaggio lunare. Tra gli spettacoli più emozionanti, quelli delle gole di Selija, che si raggiungono a bordo del leggendario treno Lézard Rouge (8 giorni con volo e spedizione da 845 euro, Turisanda, tel. 02 721361).

Ancora più a sud si spinge l'itinerario chiamato "Il deserto e le stelle" che punta la bussola verso la regione dell'Erg Orientale, dove si trovano le grandi dune, tra l'Algeria e la Libia. Il percorso è a bordo di 4x4, ma i più avventurosi possono anche affrontarlo in quad e moto, con pernottamenti sempre in campi tendati (8 giorni, con volo e circuito, da 795 euro, Norama, tel. 035 238687). Il sud della Tunisia si può esplorare anche a bordo di un camper (proprio o a noleggio), partendo in nave da Genova per Sousse, con tappe nei luoghi più importanti, dai Ksar (castelli nel deserto), set dei film di Guerre Stellari, a El Jem con il suo magnifico anfiteatro romano (circuito di 10 giorni, da 1640 euro, con Camper Evolutiontravel).

Il circuito "Archeologia e Oasi", abbina il fascino del Sahara a quello di Sbeitla, con i templi che delimitano il foro di epoca romana, e al sito di Cartagine, con il suo museo del Bardo che custodisce bellissimi mosaici (8 giorni con volo e circuito da 650 euro, Antichi Splendori, tel. 011 8126715). Ancora più emozionante il trekking a piedi che parte da Tataouine e tocca Chenini, Guermessa, Ghourmrassen, El Mourabitin, Ksar Haddada fino alle alture di Matmata, famose per le case troglodite scavate nel tufo. Si tratta di trekking di media difficoltà, in cui si cammina per 5 o 6 ore al giorno, su sentieri sassosi, con pernottamenti in campo e piccole strutture private (8 giorni, con volo e circuito, da 900 euro, Adagio, tel. 010 5701042).

Tutti gli altri itinerari della Tunisia li trovate sul numero de "I Viaggi del Sole" in edicola

Tunisia, quelle oasi vista mare

Villaggi in Tunisia: tutte le informazioni

Sahara facile, avventure alla portata di tutti

© Riproduzione riservata