Viaggi24

Genova d'arte, aprono i Palazzi dei Rolli

  • Abbonati
  • Accedi
Mostre & Eventi

Genova d'arte, aprono i Palazzi dei Rolli

  • – di Arianna Garavaglia
Palazzo Spinola che ospita la Galleria Nazionale (foto Studio Leoni)
Palazzo Spinola che ospita la Galleria Nazionale (foto Studio Leoni)

Sono il simbolo del secolo dell'oro di Genova. Di quando, nel Cinquecento, l'ammiraglio Andrea Doria strinse rapporti con l'imperatore Carlo V e nelle casse di Genova affluì l'oro dell'America.
Lascito di questo periodo sono i Palazzi dei Rolli, dimore di gusto rinascimentale e barocco costruite da nobili, banchieri, armatori e mercanti tra il XVI e il XVII secolo.
Il 2 e il 3 aprile, in occasione dei Rolli Days, i palazzi vengono aperti gratuitamente al pubblico. Si tratta di un'occasione speciale perché quest'anno si celebrano i 10 anni dal riconoscimento dei palazzi come patrimonio dell'umanità da parte dell'Unesco.

Guarda la gallery

I palazzi dei Rolli, che occupano il centro storico di Genova, costituiscono un particolare sistema residenziale nobiliare ufficializzato nel 1576 da un decreto del Senato che promulgava un elenco ufficiale dei palazzi (elenco degli Alloggiamenti pubblici o Rolli), riconoscendone il particolare pregio.
Lo stesso decreto obbligava i proprietari di queste dimore a ospitare, a turno, visite di stato, in assenza di un palazzo reale. A seconda del grado di importanza dell'ospite in visita veniva scelto un palazzo per ospitarlo: più elevato era il grado di nobiltà dell'ospite, più fastoso doveva essere il palazzo e più ricca la famiglia che aveva l'onore e l'onere di accoglierlo.
Il sistema dei Rolli ha ridisegnato così l'urbanistica delle città secondo una pianificazione guidata e gestita dal potere pubblico con l'apporto dei privati, ovvero i nobili e i ricchi genovesi che volevano dare una nuova immagine del loro potere economico.

Le ville
L'appuntamento di aprile dei Rolli Days prevede l'apertura di una ventina di palazzi, di sei chiese e di tre ville appartenute alle stesse famiglie dell'aristocrazia genovese che commissionarono i palazzi del centro storico. Anche in queste splendide residenze venivano accolti sovrani, cardinali e ambasciatori di passaggio a Genova durante la bella stagione.

Tra le ville aperte al pubblico si conta la Villa del Principe, la fastosa residenza di Andrea Doria capolavoro del Rinascimento italiano. L'edificio è uno dei più sontuosi della città. All'interno si trovano il portico ornato da stucchi, la loggia degli Eroi e la Sala dei Giganti. Belli i giardini all'italiana con due fontane cinquecentesche.
La novità di questa edizione è l'apertura di Villa Migone. La villa è nota per aver ospitato durante la seconda guerra mondiale il cardinale Pietro Boetto e qui, il 25 aprile del 1945, fu firmata la resa delle truppe tedesche al Cln ligure.
E poi Villa Imperiale con il suo bel parco. Costruita tra ‘400 e ‘500 dalla famiglia Cattaneo fu inaugurata nel 1502 da re Luigi XII di Francia in visita in città.

I palazzi
La maggior parte di Palazzi dei Rolli si trova nell'area tra Via Lomellini, Via San Luca, Via Cairoli, Via Balbi e Via Garibaldi.
In via Garibaldi, la "Via Aurea", si trova Palazzo Bianco, edificio del 1548 fatto costruire da Luca Grimaldi, membro di una delle più importanti famiglie genovese, e ristrutturato nel ‘700. Oggi è sede della Galleria omonima che ospita opere di Caravaggio e Canova, i fiamminghi Hans Memling, Rubens, Van Dyck e lo spagnolo Murillo. Non manca la pittura genovese dal Cinquecento al Settecento con Cambiaso, Strozzi, Piola e Magnasco.
Sempre in via garibaldi si incontra Palazzo Rosso, edificio barocco del 1677. Anche questo edificio ospita una galleria le cui sale mantengono l'origine nobiliare della struttura con pareti affrescate e arredi sontuosi. Tra gli artisti in mostra Dürer, Veronese, Guercino e Van Dyck.

Sulla stessa via apre al pubblico anche l'imponente Palazzo Tursi. Costruito tra il 1564 e il 1579 è il più esteso di tutti i palazzi dei Rolli e ospita sale di rappresentanza del Comune.

Continua a leggere la seconda parte dell'articolo

29 marzo 2016

Genova d'arte, aprono i Palazzi dei Rolli. Parte II

Liguria, weekend di charme nel Tigullio

Cinque Terre, nei borghi tra mare e natura

© Riproduzione riservata