Viaggi24

1/4 Alicudi, Eolie, Sicilia, 105 abitanti

  • Abbonati
  • Accedi
    idee e luoghi green

    Alla scoperta delle mini isole del Mediterraneo: Alicudi, San Nicola, Capraia, Asinara

    «Ci sono isole che sono più isole di altre. Alcune sono più legate alla terraferma, altre meno», scriveva Predrag Matvejevic, autore di “Breviario mediterraneo” (Garzanti). Lawrence Durrell ha invece ha salvato dall'oblio la parola insulomania che aveva scoperto in un'antica descrizione delle malattie non ancora trattate dalla medicina: «È una sofferenza spirituale rara e sconosciuta. Ci sono uomini per i quali le isole sono in qualche modo irresistibili. Questi uomini sarebbero discendenti degli abitanti di Atlantide e il loro subconscio aspirerebbe ardentemente alla vita insulare». Ebbene questa malattia sembra essere piuttosto contagiosa e sono in molti a esserne affetti. Ed ecco la cura: una vacanza nelle piccoline degli arcipelaghi italiani, con poche centinaia di abitanti e ancora fedeli alla propria natura. Due consigli: primo, prenotate prima che potete, perché i posti sono pochi e vanno subito esauriti. Secondo, andate all'inizio o alla fine della stagione, quando la folla non fagocita i lidi. A quel punto, il paradiso è servito.

    1/4 Alicudi, Eolie, Sicilia, 105 abitanti

    Alicudi riceve i suoi ospiti allo Scalo della Palomba, e sono sempre meno numerosi di quelli che si fermano a Lipari, Salina e Panarea. Sapete perché? Non tutti sono adatti alla vita spartana che si conduce in questo arcaico microcosmo. Non ci sono locali notturni, né pub. A malapena qualche pizzeria, due negozi di alimentari e un bar. Si soggiorna nell'unico hotel dell'isola che di bello ha la posizione, oppure cercando tra le case dei pescatori costruite sul fianco scosceso del Filo d'Arpa e rimodernate, come The Real Alicudi Experience. Invece dei motorini, qui si noleggiano gli asini oppure si gira a piedi salendo e scendendo le lunghe scalinate in pietra lavica. D'altra parte l'isola che è rimasta per secoli disabitata, vive di pesca, di piccoli orti e di turismo che moltiplica e scuote l'isola, ma solo per qualche settimana.

    © Riproduzione riservata