Viaggi24

Le 100 città più visitate al mondo: l’Italia perde smalto e…

  • Abbonati
  • Accedi
EUROMONITOR

Le 100 città più visitate al mondo: l’Italia perde smalto e scivola nella classifica

L’albero di Natale a piazza Venezia, nel centro a Roma, già ribattezzato come il suo predecessore 'Spelacchio' a Roma, 3 dicembre 2018. ANSA/MASSIMO PERCOSSI
L’albero di Natale a piazza Venezia, nel centro a Roma, già ribattezzato come il suo predecessore 'Spelacchio' a Roma, 3 dicembre 2018. ANSA/MASSIMO PERCOSSI

L’annuale ricerca di Euromonitor, che prende in esame i flussi turistici analizzando gli arrivi internazionali negli aeroporti, vede le città italiane perdere posizioni .

In testa nella classifica TOP City Destination 2018 c’è Hong Kong (con 29 milioni di passeggeri) seguita da Bangkok (23 milioni), Londra (20 milioni), Singapore, Macao, Parigi (16 milioni), Dubai, New York (13 milioni e mezzo), Kuala Lumpur e Shenzen.

Le 4 italiane presenti sono infatti tutte in discesa nel ranking anche se con numeri assoluti in lieve crescita: Roma slitta dal 12/o al 15/o posto (9 milioni e 700mila arrivi) Milano scende dal 30/0 al 32/o (6 milioni e 500mila), Venezia al 41/o perdendo 4 posizioni (5 milioni e 400mila) e Firenze si scivola dal 45 al 47/o (con poco più di 5 milioni di turisti stranieri).

Secondo Wouter Geerts, analista di Euromonitor International, il nostro Paese ha un turismo molto “maturo” e, grazie a città iconiche, numerosissimi siti Unesco e ai suoi leggendari cibi e vini, tende sempre a presentare perfomance sostenute ma paga l’affollamento dell’alta stagione specialmente a Roma e Venezia che crea disagi ai turisti e ai residenti: “Questo rimarrà una sfida per gli anni a venire con la città lagunare che è diventata uno dei più chiari esempi di città dove si fatica a gestire una crescita sostenibile del turismo”.

Ci sono poi altre destinazioni che hanno avute ottime performance in classifica: le città indiane Mumbai e Agra, le giapponesi Osaka e Chiba, Gerusalemme e Tel Aviv in Israele e Lisbona e Porto in Portogallo e Atene e Heraklion (Creta).

A livello globale il numero delle persone in viaggio verso le 100 grandi città registrerà un tasso di crescita del 7,5% in più rispetto allo scorso anno. 41 delle 100 città classificate appartengono al continente asiatico, erano 37 nel 2012. Perdono posizioni e appeal le grandi città americane come Los Angeles, Las Vegas, San Francisco e Miami e le classiche mete europee (oltre alle italiane) Praga, Dublino, Berlino, Barcellona, Monaco di Baviera, Bruxelles e Vienna. Tengono Parigi, Londra e crescono invece Amsterdam e Instabul.

© Riproduzione riservata