SCENARI

Viaggiare nel 2021: Lisbona, Tokyo, Dubai, Cancun fra le mete più richieste

La disponibilità dei vaccini anti Covid 19 sarà una delle principali ragioni per la ripresa dei viaggi. Ecco dove andrà chi ha già prenotato

di Gianni Rusconi

default onloading pic
Londra (REUTERS/Hannah McKay)

La disponibilità dei vaccini anti Covid 19 sarà una delle principali ragioni per la ripresa dei viaggi. Ecco dove andrà chi ha già prenotato


3' di lettura

Dove andremo in vacanza l'anno prossimo? Quando e come potremo andarci? Saranno soggiorni di prossimità o si tornerà a viaggiare oltre confine verso destinazioni internazionali? Domande che rimbalzano ormai da settimane anche fra gli operatori del turismo e alle quali nessuno sa ovviamente dare risposta. Resta la possibilità di affidarsi alle previsioni che provano a disegnare (almeno sulla carta) lo scenario prossimo venturo del travel sulla base delle prenotazioni finora confermate. Nel report annuale di eDreams Odigeo (la compagnia di online travel che comprende anche i marchi GO Voyages, Opodo, Travellink) sono per esempio evidenziate le mete attualmente più gettonate per il 2021 e le tendenze che emergono dalle ricerche condotte in Rete dai viaggiatori italiani.

Pronti a partire appena fatto il vaccino. Il sogno Dubai
e la certezza Lisbona

Quella che era un'ipotesi ventilata dagli esperti tempo fa si sta man mano rivelando una certezza: la disponibilità dei vaccini anti Covid 19 sarà una delle principali ragioni per la ripresa dei viaggi. All'indomani dei primi annunci delle case farmaceutiche, la voglia di salire su un areo per raggiugere le grandi capitali europee e alcune destinazioni a lungo raggio è decisamente aumentata. Gli italiani, nello specifico, hanno cercato sulla piattaforma eDreams soluzioni di viaggio extra confine per Londra, Parigi, New York, Madrid, Barcellona e Amsterdam nell'ordine mentre gli europei hanno inserito nella lista della top 10 anche Dubai (sede dell'Expo 2021), Bangkok, Tenerife, Istanbul, Tokyo (sede delle prossime Olimpiadi rimandate al 2021), Malè e Cancun. C'è quindi un po' di tutto (mete esotiche comprese) nelle scelte ancora solo virtuali dei traveler mentre se guardiamo alle destinazioni già prenotate per il 2021 (con tanto di voli già bloccati) la classifica vede al primo posto Lisbona, precedendo Istanbul e Fort de France, capoluogo di una delle isole Antille, nella Martinica. Seguono due delle principali mete spagnole di mare, Palma di Maiorca e Tenerife, e poi Parigi, Porto, Bangkok, Dublino e Alicante. Al di là delle destinazioni, è interessante il dato medio relativo alla durata del soggiorno, che va da 7 a 13 giorni, in linea con quanto successo dopo la prima ondata della pandemia. Molto simili alle precedenti sono i dati relativi alle ricerche e alle prime prenotazioni effettuate in questi mesi su Volagratis.com, il motore di ricerca per i voli del Gruppo Lastminute. Fra le 10 destinazioni sognate dagli italiani per il 2021 ci sono infatti le acque cristalline delle Maldive e del Mar Rosso (Hurghada registra l'11% del totale dei pacchetti volo+hotel già bloccati), mete evergreen come New York (nonostante la grave situazione pandemica negli Usa, i voli già acquistati per raggiungere la Grande Mela sono il 2% del totale), Tokyo, Amsterdam e Roma, la sempre gettonata Dubai, le isole Canarie, Cuba e L'Avana e l'intramontabile Sicilia (con il 4,2% delle prenotazioni già registrate.

Loading...

Aria aperta e sostenibilità vinceranno anche la prossima estate

Quanto si viaggerà l'anno prossimo non lo sapremo probabilmente fino alla primavera ma è già largamente diffusa (fra gli operatori almeno) la consapevolezza che fenomeni come la staycation o la workation si confermeranno come forme di turismo ricorrenti e consolidate. Lo dicono anche le previsioni di Trainline, una delle app più utilizzate per viaggiare in treno e pullman in tutta Europa. Dopo mesi di restrizioni e limiti, questa la prima indicazione, è molto probabile che per il 2021 i viaggiatori saranno più inclini a prenotare vacanze all'aria aperta e in mezzo alla natura: anche per chi di solito ama scoprire nuove città, le esperienze “en plein air” avranno grande rilievo, a maggior ragione per destinazioni con spazi dove mantenere le distanze sarà più semplice. I viaggi sostenibili sono un'altra tendenza del turismo post pandemia e spostarsi in treno (il Parlamento Europeo ha eletto il 2021 come Anno Europeo delle Ferrovie) è sicuramente un modo di impattare meno sull'ambiente, dando ovviamente per scontata l'osservanza di tutte le misure di sicurezza previste per combattere la diffusione del virus. Se il 2020 ha riportato in auge le bellezze storiche, artistiche e paesaggistiche del territorio, anche il 2021 sarà quindi un'occasione per concedersi un viaggio in Italia alla scoperta (per esempio) dei 555 siti dichiarati patrimonio dell'Umanità dall'Unesco. Il digitale, infine, sarà uno strumento che accompagnerà sempre di più i viaggiatori: stando a una recente indagine proprio di Trainline, il 61% degli italiani ha utilizzato le app mobili per gestire i propri spostamenti, apprezzandone le funzionalità per modificare e gestire in autonomia il proprio itinerario e il fatto di aver evitato i contatti con le persone e le emettitrici di biglietti cartacei.


Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti