PIATTAFORME DIGITALI

Viaggiare rispettando l’ambiente: le startup del turismo sostenibile

Rispetto delle tradizioni e condivisione di usi e risorse del territorio con le persone che vi abitano, utilizzo di strutture ricettive certificate e migliore combinazione possibile fra i mezzi di trasporto disponibili per raggiungere la destinazione prescelta: ecco i criteri di chi viaggia a impatto -quasi- zero

di Gianni Rusconi


default onloading pic
Argolis (Peloponneso- Grecia) EPA/EVANGELOS BOUGIOTIS

4' di lettura

Rispetto della natura e dell'ambiente ma non solo: le piattaforme digitali dedicate al turismo sostenibile puntano sul rispetto delle tradizioni e la condivisione di usi e risorse del territorio con le persone che vi abitano, sull'utilizzo di strutture ricettive certificate e sulla migliore combinazione possibile fra i mezzi di trasporto disponibili per raggiungere la destinazione prescelta.

Pagare un po’ di più per rispettare l'ambiente
Per una Greta Thunberg che questa estate ha attraversato l'Oceano Atlantico su una barca a emissioni zero ci sono milioni di viaggiatori che ogni anno raggiungono ogni angolo del pianeta (aree polari comprese) impattando sensibilmente sull'ambiente. C'è comunque, e alcuni studi lo dimostrano, una maggiore consapevolezza verso il tema dei viaggi sostenibili, sia da parte dei consumatori (più della metà dei viaggiatori globali si dice più determinato a fare scelte di viaggio ecologiche rispetto a un anno fa, secondo l'ultimo rapporto annuale di Booking.com), sia dal lato degli operatori del turismo. Fra i vari obiettivi da raggiungere c'è sicuramente quello di convincere le persone a riconoscere il valore (pagandolo) dei servizi green: si calcola che oggi meno dell'1% di chi viaggia in aereo utilizzi il meccanismo di compensazione delle emissioni di CO2 offerto dalle compagnie aeree e da fornitori terzi, anche se i costi si limitano a pochi dollari o euro. Le startup, in questo cambio di orizzonte, possono giocare un ruolo potenzialmente molto importante nella crescita che questo settore dovrebbe registrare nei prossimi anni. Eccone alcune selezionate dal portale travelandmobility.tech e una made in Italy.

Lotta alle emissioni di CO2

Itinerari e prezzi sostenibili
È olandese, l'ha fondata un giovane di 26 anni, Jeppe Bijker, ed è una piattaforma digitale che permette di calcolare l'impatto climatico di un viaggio (via aereo, treno, auto, autobus e traghetto) unitamente ad altri fattori più comuni come la durata, il prezzo e il comfort. Il tutto confrontando tutte le modalità di spostamento possibili e comparando una serie di informazioni utili a muoversi anche da un Paese all'altro in modo più sostenibile. Green Tickets è una sorta di “green travel planner”, attualmente in fase beta. Oltre alla scelta degli itinerari e dei mezzi di trasporto da utilizzare, il sito permette di compensare l'impronta di carbonio del viaggio sostenendo il sistema di compensazione delle emissioni di CO2 che fa capo a Terra Clear, organizzazione attiva per promuovere l'accesso all'acqua pulita per le comunità rurali del Laos.

Eco lodge e campeggi con i nativi
Visite guidate con gli abitanti locali e viaggi verso più di 60 destinazioni remote e rurali della Colombia ispirati all'imperativo di proteggere la natura. Awake Travel è un progetto che si colloca nel novero delle piattaforme di “travel experience”, nato a Bogotá e finalizzato a responsabilizzare le persone sul rispetto dell'ambiente e della biodiversità attraverso i viaggi. Mettendo gli ospiti in diretto contatto con le persone che abitano queste zone. Gli itinerari proposti spaziano dal trekking all'osservazione delle balene, dal birdwatching alle visite culturali nelle comunità indigene, dall'alpinismo alle escursioni per ammirare i panorami naturali. Si prenotano gli alloggi e le escursioni direttamente dai partner locali ospitanti (oltre 150), fra diversi livelli di comfort e diverse opzioni di difficoltà, con sistemazioni che vanno dagli eco-lodge 5 stelle ai campeggi sotto le stelle.

Hotel a impronta verde
Fondata nel 2012 nei Paesi Bassi, si è specializzata da subito nell'offerta di una vasta gamma di alloggi (hotel compresi) sostenibili in tutto il mondo, certificati e di cui è calcolata in modo accurato l'impronta ecologica. Bookdifferent ha, in poche parole, standardizzato e semplificato la prenotazione di alloggi rispettosi dell'ambiente sfruttando i vantaggi di una piattaforma digitale. La vacanza responsabile che propone risponde a questi requisiti: alloggiare in una struttura ricettiva ecologica in grado di ridurre l'inquinamento plastico, sostenere la cultura e le tradizioni gastronomiche locali e scegliere il metodo di trasporto più ecologico per raggiungere la destinazione prescelta.

Avventura amica della natura
Sin dalla sua fondazione, avvenuta nel 2012, questa startup londinese si è concentrata sulla qualità (più che sulla quantità) delle avventure di viaggio proposte con l'obiettivo finale di dare il proprio contributo per proteggere i luoghi selvaggi e incontaminati del mondo. L'attività di Much Better Adventures si fonda, per quanto riguarda la sostenibilità, su un triplice approccio: destinare il 5% dei ricavi a progetti di conservazione di ambienti naturali in collaborazione con organizzazioni non profit e Ong; sostenere le comunità e le aziende locali destinando loro l'80% della spesa del viaggio sostenuta dai clienti e compensare, attraverso una partnership con Cool Earth, l'equivalente di quattro volte il carbonio emesso dai viaggiatori della piattaforma salvaguardando la foresta pluviale.

Territorio e gastronomia a km zero
A dispetto del nome, questa startup del turismo sostenibile è italianissima. Gastronomic Trekking nasce infatti a Montepertuso, in provincia di Salerno, e si presenta come combinazione fra esperienza gastronomica e territorio per coinvolgere viaggiatori e locali in esperienze autentiche legate ai processi di produzione, trasformazione e consumo del cibo. Le attività proposte permettono quindi di attraversare i territori della costiera amalfitana e sorrentina e visitare i luoghi dell'antica Roma e i suoi colli con una visione nuova e completa del cosiddetto “farm to table”.

PER APPROFONDIRE
Fuga da New Delhi per lo smog. Le destinazioni da evitare nel mondo
Il climate change “abbatte” i voli: è boom di viaggi in treno anche in vacanza

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...