gaming

Videogiochi, Microsoft piazza il colpo ZeniMax: acquisto da 7,5 miliardi

L’operazione arriva proprio alla vigilia del lancio di una nuova Xbox (la Series X). Tra i titoli di punta Fallout, Doom e The Elder Scrolls

di Biagio Simonetta

default onloading pic

L’operazione arriva proprio alla vigilia del lancio di una nuova Xbox (la Series X). Tra i titoli di punta Fallout, Doom e The Elder Scrolls


2' di lettura

Una operazione da 7,5 miliardi di dollari. Tanto ha sborsato Microsoft per portarsi a casa ZeniMax Media, colosso dell'intrattenimento che al suo interno vanta diversi sviluppatori di giochi leader del settore, tra cui Bethesda Softworks, il creatore dei giochi post-apocalittici Fallout, la serie fantasy The Elder Scrolls, ma anche id Software, nota soprattutto per Doom, Rage e Wolfenstein.Una mossa importante, nel mondo dei videogiochi, che arriva proprio alla vigilia del lancio di una nuova Xbox (la Series X), ma anche della nuova PlayStation 5.

Gli sviluppatori sotto Xbox-Windows arrivano a quota 24

Con questo acquisto, Microsoft amplia significativamente il proprio parco di team e giochi: gli sviluppatori passano da 15 a 24, e questo conferisce all'azienda di Nadella il controllo di alcuni dei franchise più famosi dell'industria dei giochi.Al momento non è ancora chiaro se i titoli diventeranno esclusiva di Microsoft (dunque di Xbox e Pc Windows), precludendo l'accesso a PS5, Nintendo Switch, Stadia e ad altre piattaforme. Di certo, l'impegno economico dell'azienda di Redmond è significativo (7,5 miliardi sono una cifra importantissima), ed è ipotizzabile che Nadella voglia sfruttare tutta la portata di questa mossa.

Fallout vs Minecraft

Del resto, a guardare i numeri, Microsoft stavolta ha speso circa il triplo rispetto a quanto investì per Minecraft. «In qualità di sviluppatore ed editore, Bethesda ha riscontrato il successo in ogni categoria di giochi e, insieme, promuoveremo la nostra ambizione di potenziare gli oltre tre miliardi di giocatori in tutto il mondo», ha dichiarato in un comunicato il Ceo di Microsoft Satya Nadella. Mentre il Ceo di ZeniMax, Robert Altman, ha parlato di espansione di una partnership stretta da decenni: «I grandi vincitori di oggi sono i nostri fan. Ora i nostri giochi possono solo migliorare».Come detto, la mossa di Microsoft arriva a qualche settimana dal lancio (previsto a novembre) di due nuove console: Xbox Series X e Xbox Series S, che saranno le dirette rivali di PlayStation 5. Con questa operazione, l'azienda americana proverà a riscuotere maggiore appeal anche in vista di queste uscite. È necessario ricordare, infine, che l'acquisizione di ZeniMax da parte di Microsoft arriva a pochi giorni dalla mancata acquisizione di TikTok, piattaforma social per la quale Nadella si era esposto in prima persona, tenendo colloqui con Trump e con i boss di ByteDance (la società cinese proprietaria del social network). Alla fine, Microsoft ha dovuto rinunciare, a causa di un accordo fra l'azienda cinese e Oracle che l'ha tagliata fuori.


Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti