«Pinocchio», «lecca piedi», «buffone»: ecco quando l’offesa diventa diffamazione

2/12OLTRE IL DIRITTO DI CRITICA

Vietato dare del «burocrate»

Apostrofare il Provveditore agli studi come «burocrate che mette la regola davanti a tutto» e «portatore di disagio» costituisce diffamazione. Per il giudice (Corte d'appello di Firenze, pronuncia 699 del 24 maggio 2012), chiunque si fosse trovato a essere destinatario dell'esternazione, a prescindere dalla misura soggettiva della suscettibilità personale, avrebbe avuta chiara l'impressione di essere apostrofato, né più né meno e senza mezzi termini, come un mentecatto «minus habens».

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti