LA SUCCESSIONE ALLA NOUY

Vigilanza Bce, corsa a tre: c’è anche l’italiano Enria

di Isabella Bufacchi

default onloading pic
Andrea Enria, presidente dell’Autorità bancaria europea (Reuters)


2' di lettura

DAL NOSTRO CORRISPONDENTE
FRANFORTE - È una strana corsa a tre quella della lista finale dei candidati per la presidenza del potente SSM, il meccanismo di vigilanza unico europeo, la cui poltrona si libera a dicembre con la fine del mandato di Danièle Nouy. Tutti e tre (l'italiano Enria, l'irlandese Donnelly e il francese Ophele) hanno un'indiscutibile professionalità e un'impeccabile reputazione internazionale, ma la loro candidatura è intrecciata a doppio filo con altre corse sulle nomine europee e altre poltrone, dal Board della Bce alla presidenza di Commissione europea e Consiglio europeo.

Leggi anche

Così Sharon Donnery, vice governatore della Banca d'Irlanda, non diventerà Chair dell'SSM se questo dovesse frenare l'ingresso del governatore della Banca irlandese Phillip Lane nei piani alti della Bce, come capo economista o addirittura come Presidente. Lo stesso può dirsi per Robert Ophele, l'attuale capo della Consob francese. Se prendesse il posto della Nouy, sarebbe impossibile per la Francia continuare a puntare sulla successione a Mario Draghi con Benoit Coeurè (attualmente nel Board Bce) o con il governatore della Banque de France Villeroy.
Una Bce nuovamente guidata da un francese aprirebbe però la strada a un tedesco alla presidenza della Commissione europea, forse per la stessa Angela Merkel che sta cercando una via d'uscita decorosa dalla Cancelleria.

Il candidato italiano Andrea Enria, alla guida dell'Eba, sarebbe dunque dei tre quello più in pole position, il meno scomodo rispetto alla Bce e il più indicato - agli occhi di alcuni parters europei - a districare in prospettiva la delicata matassa dei NPLs e dei BTP nei bilanci delle banche italiane. Anche se in alcuni ambienti in Germania c'è chi storce il naso su un italiano, sia pur “falco”, alla guida della vigilanza bancaria europea. La poltrona dell'SSM dunque scotta perché è quella che dà il via al grande giro di poltrone europee.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti