ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùAlberghiero

Villa d’Este a caccia di hotel di lusso a Roma e a Venezia

Acquistata Villa Bellinzaghi, la famiglia Fontana, proprietaria dell’albergo di Cernobbio, cerca opportunità di crescita anche in Costiera

di Paola Dezza

Posizione unica. Villa d'Este su Lago di Como. Martedì la festa per i 150 anni

2' di lettura

Capi di Stato, manager dell’alta finanza, celebrities che cercano una vacanza discreta hanno potuto godere di questo angolo iconico sul lago di Como. Martedì sera lo spettacolo dei fuochi d’artificio sulle sponde di Cernobbio non celebreranno l’ennesimo matrimonio di stranieri, ma festeggeranno le 150 stagioni della storica Villa d’Este. La struttura è stata nel mirino di pretendenti esteri, tra gli altri il sultano del Brunei, che voci insistenti davano per disposto una quindicina di anni fa a mettere sul piatto quasi 300 milioni di euro per comperare l’hotel e aggiungerlo alla catena di sua proprietà Dorchester collection, ma anche l’emiro del Qatar che vanta in Italia e nel mondo una serie di hotel di lusso come gli alberghi della Costa Smeralda.

La famiglia Fontana, leader nella produzione di bulloneria ad alta resistenza è azionista di maggioranza, non intenzionata a cedere la struttura. Martedì sera i festeggiamenti inaugureranno anche un nuovo corso per il gruppo alberghiero, da aprile 2022 guidato dall’amministratore delegato Davide Bertilaccio, arrivato per imprimere un’accelerata alla strategia di crescita.

Loading...

«Innanzitutto puntiamo a un importante ampliamento grazie all’acquisto della adiacente Villa Bellinzaghi - racconta in esclusiva al Sole24 Ore l’ad -. Il valore dell’investimento per la ristrutturazione supera i 20 milioni di euro e i lavori partiranno entro 12-18 mesi per realizzare suite e spazi per eventi. La Villa si distribuisce su 2.500 metri quadri con 8mila metri di giardino». Non solo. «Il nostro obiettivo è anche crescere per acquisizioni - dice Bertilaccio - e per questo stiamo cercando strutture a Venezia, Roma e sulla Costiera amalfitana». Il gruppo al momento conta oltre a Villa d’Este anche Villa La Massa in Toscana e i due quattro stelle Palace Hotel e Hotel Barchetta Excelsior nel centro di Como.

«Il fatturato previsto per il 2022 si aggira sui 70-75 milioni di euro, +35% sul 2019» dice. «La mia idea è mantenere il Dna dell’hotel, creando una diversificazione di offerta enogastronomica, di wellness e intrattenimento tale da invitare il cliente a prolungare il proprio soggiorno sul lago di Como» conclude l’ad, con l’obiettivo di cogliere e soddisfare le nuove richieste di una clientela che dal Covid ha imparato a godersi vacanze più lunghe ed esperienziali.

Il lago di Como è forse la meta in Italia che al momento sta vivendo la fase di maggiore vivacità, tanto che gli alberghi non riescono a soddisfare la domanda in arrivo. Si è scelto quindi per la prima volta di aprire anche nel periodo natalizio.

Riproduzione riservata ©

  • Paola DezzaCaposervizio Responsabile Real Estate

    Lingue parlate: inglese, francese

    Argomenti: mercato immobiliare, architettura, finanza immobiliare, lifestyle, turismo, hotel e ospitalità

    Premi: “Key player of the italian real estate market” di Scenari Immobiliari

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter RealEstate+

La newsletter premium dedicata al mondo del mercato immobiliare con inchieste esclusive, notizie, analisi ed approfondimenti

Abbonati