ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùDirettore Dg Connect Ue

Viola: l’obiettivo è una società digitale a connessione piena entro il 2030

Roberto Viola, direttore della Dg Connect della Commissione europea, è intervenuto nel panel intitolato La strategia europea dell’economia digitale

di Raoul de Forcade

Roberto Viola

3' di lettura

«La visione della Commissione Ue è di puntare a una società diversa, una società verde, digitale e quindi sostanzialmente migliore. Perché l’Ue ha una visione complessiva decisamente basata sull’uomo, sulla democrazia, sui valori, migliore di qualunque altra visione». A sottolinearlo è stato Roberto Viola, direttore della Dg Connect della Commissione europea, nel corso del panel intitolato La strategia europea dell’economia digitale, tenutosi ieri al Festival dell’economia di Trento, al quale hanno preso parte anche Francesca Bria, presidente di Cdp Venture Capital e la deputata del parlamento europeo Sabrina Pignedoli.

Viola, peraltro, non ha mancato di sottolineare un gap pesante dell’Italia, nel confronto con altri Paesi membri. «La differenza -ha spiegato - è che non si può pagare, come invece avviene da noi, un neolaureato il 50% in meno rispetto al resto dell’Ue. Speriamo che col traino dell’Europa la situazione migliori».

Loading...

L’Ue, ha proseguito Viola, «ha una visione complessiva decisamente basata sull’uomo, sulla democrazia, sui valori, migliore di qualunque altra visione. E si spiega così il fatto che, sul piano normativo, l’Europa ha un po’ conquistato il mondo, si è presa la scena; e adesso abbiamo la responsabilità, con le nuove regole relative a come si debbano comportare le piattaforme digitali, di essere, in questo campo, i regolatori del mondo, appunto».

Ma questo, ha proseguito, «come cittadini non ci basta, perché non possiamo mangiare pane e regole. Quindi ci stiamo chiedendo a che punto vorremo essere nel 2030. E la risposta è che vogliamo essere una società a distanza zero in cui non conta dove sei, in città o in campagna, ma è essenziale essere in un ambiente connesso dove si può dare il meglio di se stessi. Per far questo, però, ci vogliono quattro cose: le competenze, le infrastrutture (che macinano i dati e i chip), la trasformazione delle imprese e, infine, ci vuole un cambio epocale dell’amministrazione. Questa è la nostra bussola digitale, su cui abbiamo impostato il cambiamento, con uno sforzo importante, che è il piano di rilancio europeo, dove il 20% delle risorse è dedicato appunto al digitale».

Viola ha poi sottolineato come il modello digitale europeo sia, per molti aspetti, migliore di quello dei due giganti del settore: Usa e Cina. «Il modello Ue - ha detto -non ha le punte della Silicon Valley, dove però ci sono gli homeless per strada, e neppure lo sfruttamento esagerato che c’è in Cina; il nostro è, però, un modello più stabile».

Da parte sua, Bria ha spiegato che «l’Europa si propone come un grande regolatore dell’era digitale a livello mondiale, proponendo quasi una nuova costituzione con norme fondanti. Ma l’Europa deve anche essere capace di creare le tecnologie sul suo territorio, di creare i propri campioni digitali. Cdp Venture capital nasce per questo motivo: per far crescere le nostre startup e i nostri campioni nei settori strategici italiani: nel digitale, nell’energia, nel biotech, dove l’Italia è molto competitiva. Adesso, con i nuovi investimenti provenienti dal Pnrr e dalle risorse dedicate di Cdp, arriveremo a un asset di quasi 5 miliardi. E, di questi, abbiamo investito già 800 milioni, dando vita a 15 acceleratori di impresa e tre poli di trasferimento tecnologico integrato sulla robotica, sulla sostenibilità e sulle scienze della vita».

Speciale Festival dell’Economia di Trento 2022

La cronaca giorno per giorno

Un superdossier con le notizie, e cronache degli eventi del festival e del Fuori Festival, e quelli sull’Economia del territorio.
Ecco i live giorno per giorno: 2 giugno
- 3 giugno - 4 giugno- 5 giugno

Il programma del Festival

Ecco il programma giorno per giorno, con tutti i panel del cartellone principale e quelli delle diverse sezioni, direttamente dal sito della manifestazione. Il programma

I video on demand di tutti gli eventi

Un ricco palinsesto di incontri, eventi, talk e keynote a cui hanno preso parte opinion leader di rilevanza nazionale ed internazionale e personalità di spicco tra scienziati e ricercatori, rappresentanti della società civile e delle istituzioni, economisti, imprenditori e manager.
Registrati per rivedere i video on demand di tutti gli eventi del Festival dell'Economia di Trento 2022

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti