Criptovalute

Visa sceglie il criptodollaro: adottata Usdc, stablecoin legata alla valuta Usa

Utilizzata per il settlement delle carte di Crypto.com, ma il progetto è aperto a tutti i partner e, in prospettiva, alle valute digitali di Stato

di Pierangelo Soldavini

Bitcoin: che cosa c’è dietro all’affermazione delle cripto-valute?

3' di lettura

Dopo un lungo percorso di avvicinamento Visa salta con decisione sul carro delle criptovalute proponendosi come ponte tra il mondo delle valute digitali e quello delle valute fiat. Lo fa senza passare per il bitcoin, ma scegliendo la strada di una stablecoin, Usd Coin, criptovaluta legata alla parità con il dollaro americano.

Visa ha annunciato oggi l'utilizzo della valuta digitale Usdc per regolare le transazioni Visa attraverso Ethereum - una delle piu' diffuse piattaforme di blockchain. Il circuito di carte di credito sta testando queste funzionalità assieme a Crypto.com, tra le più grandi piattaforme di exchange al mondo, con l’obiettivo di offrire la possibilità di regolare le transazioni in Usdc ad altri partner nel corso dell'anno.

Loading...

L'operazione rientra nella strategia di Visa che mira ad essere una rete di reti (“network of networks”), progettata per abilitare qualsiasi forma di transazione, sia all'interno che all'esterno della propria rete di pagamento. Di fronte al crescente interesse del mondo retail nei confronti delle criptovalute, Visa punta a rendere le criptovalute più sicure, utili e applicabili ai pagamenti. Fornendo una rete per il settlement quotidiano delle operazioni tra i due mondi.

Per il momento l’obiettivo è il mondo B2B degli issuer intenzionati a offrire prodotti in ambito cripto, a cui fornire un’infrastruttura rapida ed efficiente per il settlement delle operazioni.

L’ancora della stablecoin

La strategia di lungo periodo guarda al mondo delle valute digitali di Stato, le cosiddette Central Bank Digital Currencies su cui le autorità monetarie in tutto il mondo stanno lavorando, sia pur con tempi e priorità differenti.

Proprio per questo Visa ha deciso di puntare su una stablecoin che mette al riparo da oscillazioni eccessive.

Usdc è infatti una criptovaluta, basata sulla blockchain di Ethereum, vincolata alla parità con il dollaro lanciata due anni fa dalla fintech Circle che ha recentemente superato la capitalizzazione di dieci miliardi di dollari. Solo un anno fa era attorno a un miliardo di dollari, a inizio 2021 era attestata a 4,5 miliardi.

Ogni Usd Coin emesso è garantito da un dollaro di riserva, garanzia coperta dal consorzio Centre, fondato da Circle insieme all’exchange Coinbase e a Bitmain, società di mining che è azionista di Circle.

Anche Diem, la criptovaluta di Facebook che potrebbe essere lanciata a breve, da cui Visa si è ritirata dopo essere risultata tra i membri iniziali, ha scelto la strada della stablecoin legata al dollaro e non più a un basket di valure a livello internazionale, com’era nel progetto originario.

Alleanza di lungo corso

Grazie alla collaborazione con Anchorage, la prima banca di asset digitali approvata a livello federale e partner di Visa per il regolamento delle valute digitali, Visa ha lanciato un programma pilota che permette a Crypto.com di inviare valuta digitale Usdc a Visa per liquidare una parte della fatturazione giornaliera relativa al programma di carte che vede l’exchange come issuer.

Visa ha una partnership attiva da tre anni con Crypto.com. Già dal 2018 la carta prepagata Visa dell’exchange di Hong Kong era una delle prime sul mercato legate al bitcoin ed è a oggi uno dei programmi più estesi in ambito cripto, con 31 mercati coperti tra Europa e America. Gli utenti possono convertire le criptovalute in sei valute fiat (dollaro, euro, sterlina, dollaro canadese, dollaro di Hong Kong, dollaro di Singapore), pagare con la carta e fare prelievi di contante ovunque sia accettata Visa.

La partnership è stata rinforzata dieci giorni fa con l’estensione all’Australia e la possibilità di accedere a prestiti con l’accettazione dei conti in criptovaluta come collaterali.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti