ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùGiornata del risparmio

Visco: rialzo tassi sia graduale. Giorgetti: governo conferma impegno su calo deficit e debito

Il ministro dell’Economia: massimo impegno per proteggere famiglie e imprese. Il governatore della Banca d’Italia: margini per aiuti a famiglie più limitati, le banche sono in grado di assorbire Npl e frenata Pil

Bollette, Meloni: "Costi insostenibili: rafforzeremo misure"

3' di lettura

«Occorre il massimo impegno per proteggere l’economia delle famiglie e delle imprese dalle emergenze gravi del presente»: a dirlo il neo ministro dell’Economia Giancrlo Giorgetti nel suo intervento ala Giornta mondiale del risparmio. Giorgetti ha poi sottolineato che «il nuovo Governo è orientato a confermare il proprio impegno - nei prossimi anni - a ridurre il deficit della pubblica amministrazione e il rapporto debito/Pil».

Il governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco ha sottolineato come «l’elevata incertezza» del quadro economico mondiale richieda di procedere in modo graduale sul «rialzo dei tassi ufficiali della Bce» che «dovrà proseguire per attenuare il rischio del persistere di un’elevata inflazione».

Loading...

Giorgetti: governo conferma impegno su calo deficit e debito

Nel suo primo intervento pubbliuco nella veste di ministro dell’Economia Giorgetti ha assicurato che «il nuovo Governo è orientato a confermare il proprio impegno - nei prossimi anni - a ridurre il deficit della pubblica amministrazione e il rapporto debito/Pil; ma è anche profondamente convinto dell’urgenza di proteggere le famiglie, soprattutto le più deboli, dal rialzo delle bollette e del carrello della spesa, di difendere la competitività delle nostre aziende, anche a fronte delle ingenti misure di supporto annunciate da altri Paesi europei (quali Germania e Francia) e non solo (ad esempio il Giappone)».

Giorgetti: massimo impegno per famiglie e imprese

Per Giorgetti «occorre il massimo impegno per proteggere l’economia delle famiglie e delle imprese dalle emergenze gravi del presente, nella convinzione che - in questi anni di incertezza - occorra proteggere la dignità e l’operosità dei cittadini e non la logica del debito e del sussidio; e che si debbano tutelare le imprese dalla volatilità dei prezzi e dalla scarsità delle risorse, non solo assicurando loro la disponibilità di liquidità, ma anche che tale disponibilità sia accessibile a condizioni il più possibile vantaggiose».

Giorgetti: analizzare risparmio verso il nostro Paese

«Occorre una ’veduta lunga’ al fine di incentivare un approccio più dinamico e consapevole alla gestione del risparmio, canalizzandolo nel nostro paese verso impeghi produttivi e sostenibili» ha aggiunto il ministro .

Giorgetti: ottimismo sulle prospettive di crescita

«Una prima lente attraverso la quale guardare con ottimismo alle prospettive di crescita della nostra economia nel difficile contesto internazionale in cui ci troviamo è connessa all’attuazione del Piano di ripresa e resilienza: queste ingenti risorse, infatti, permetteranno di promuovere la transizione ecologica e digitale, rilanciare la crescita e migliorare l’inclusione sociale, territoriale, generazionale e di genere» ha detto il ministro dell’Economia che parlando di crescita ha sottolineato: «Vediamo la situazione nel suo evolvere positivo».

Giorgetti: Mps, governo per cessione ordinata quota Stato

Il governo «lavorerà per gestire in maniera ordinata la dismissione della quota azionaria dello Stato” in Mps “nel rispetto degli impegni presi con la Commissione Ue» ha detto Giorgetti secondo cui si «lascerà al mercato un soggetto bancario forte» capace di operare in un’economia come quella italiana.

Visco: margini per aiuti a famiglie più limitati

Visco ha sottolineato che «se le conseguenze redistributive e allocative dei maggiori costi dell’energia non possono essere ignorate, i margini per l’erogazione di aiuti a famiglie e imprese saranno verosimilmente molto più limitati che negli ultimi due anni; possono essere ampliati con la riduzione di altre spese». Secondo il governatore tuttavia, «interventi temporanei e mirati, destinati ai nuclei e ai comparti produttivi in maggiore difficoltà, potranno contribuire a contenere la riduzione dei redditi reali e, per tale via, le pressioni sull’inflazione».

Visco: banche in grado di assorbire Npl e frenata Pil

«Il sistema bancario nel suo complesso dovrebbe essere in grado di assorbire lo shock» di uno scenario particolarmente avverso di frenata del Pil e aumento degli Npl, sottolinea Visco. Secondo il numero uno di via Nazionale «alcune banche potrebbero incontrare maggiori difficoltà». Visco ha esortato le banche «a particolare attenzione, anche con il puntuale ricorso agli accantonamenti, all’aumento del rischio di credito, evitando in tal modo che l’ineludibile inasprimento dei criteri di offerta dei prestiti possa trasformarsi in una grave stretta creditizia».

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti