CREATO PER ENEL

Visione prospettica per connettersi al futuro

Dall'energia visionaria del genio leonardesco alla rivoluzione energetica, e culturale, dell'innovazione tecnologica

default onloading pic

Dall'energia visionaria del genio leonardesco alla rivoluzione energetica, e culturale, dell'innovazione tecnologica


2' di lettura

Guardare al futuro delle nostre case, nelle quali la tecnologia sarà sinonimo di benessere, per chi ci abita e per l'ambiente che le circonda; il tutto partendo dal genio di Leonardo da Vinci. Questa metaforica connessione è al centro della mostra “Connessioni - Dall'icosaedro di Leonardo all'innovazione che conta”, che nasce dalla collaborazione tra Enel e 24Ore Cultura ed è aperta al pubblico dal 3 al 15 dicembre presso il Mudec di Milano e il prossimo anno sarà allestita al MAXXI di Roma. L'obiettivo è esplorare le nuove frontiere della tecnologia e far riflettere su come la cultura e la scienza - insieme – siano, ancora oggi, il motore cambiamento verso un modello più sostenibile. Un esempio è la smart home, un nuovo concetto di casa dove domotica, sostenibilità e innovazione vengono messe al servizio della persona per facilitarne la vita di tutti i giorni e per educare ad uno stile di vita in chiave di sostenibilità. L'attenzione va all'energia, che nelle case del domani potrà essere sfruttata a pieno nel suo potenziale, consumando in maniera sempre più attenta e misurata sulle esigenze di ognuno.

Una rivoluzione che ha nelle sue fondamenta la volontà di creare un mondo migliore, valorizzando il rapporto tra arte e scienza. Per questo Enel e 24Ore Cultura hanno deciso di partire proprio da Leonardo da Vinci che, a 500 anni dalla sua morte, è ancora il simbolo della forza innovatrice che nasce dall'incontro tra cultura e ricerca. Fu proprio il genio toscano a teorizzare che solo attraverso la fusione di scienza e arte, di teoria e pratica, fosse possibile studiare e descrivere con precisione l'uomo e il suo ambiente, con una prospettiva che guardava avanti, spesso in modo visionario per l'epoca.

”Connessioni” vuole raccontare questi valori, mostrando come il domani sia molto più vicino di quanto oggi si possa pensare e che il nostro futuro e quello del pianeta possono essere salvaguardati grazie alla tecnologia e a modi nuovi di produrre e consumare.

Entrando alla mostra lo spettatore verrà accolto da una proiezione video animata di immagini che rappresentano l'ideale incontro tra arte, scienza e sapere, in un alternarsi di colori e forme spettacolari per un'esperienza coinvolgente e immersiva.

Un viaggio culturale che partirà dall'incontro tra Leonardo e il matematico Luca Pacioli per arrivare alle linee liquide e indefinite dell'arte moderna digitale.

Il visitatore potrà poi muoversi nello spazio espositivo entrando in contatto con la domotica, la base della smart home, iniziando a familiarizzare e conoscere le sue qualità. Pannelli grafici mostreranno e spiegheranno i temi dell'esposizione.

“Connessioni” permetterà anche di conoscere l'economia circolare, raccontata attraverso la rigenerazione e il riutilizzo di materiali e componenti provenienti proprio da tecnologie del settore energetico, grazie ad una stampante 3D, utilizzata solitamente per la creazione di oggetti di design.

Con la stessa tecnologia sarà rivisitato l'icosaedro stellare – uno dei solidi platonici indagati da Luca Pacioli nel suo trattato De Divina Proportione con le illustrazioni di Leonardo- costituito da venti triangoli equilateri, dodici vertici e trenta spigoli. Un vero rompicapo che stupirà, per complessità e perfezione, i visitatori.

Riproduzione riservata ©
    Per saperne di più

    loading...

    Brand connect

    Loading...

    Newsletter

    Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

    Iscriviti