ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùcasa

Così la visita virtuale interattiva rivoluziona il mercato immobiliare

di Adriano Lovera


default onloading pic

2' di lettura

Casa.it spinge l’acceleratore sulla tecnologia e porta sul mercato PrimaVisita, la visita virtuale in remoto dell’immobile. Non il semplice virtual tour fotografico, aperto a chiunque capiti su un annuncio, ma uno strumento con cui il potenziale acquirente, sotto la guida dell'agente immobiliare, può esplorare una casa in tutti i suoi spazi, mentre chiede informazioni e il mediatore ne descrive le caratteristiche.

«Abbiamo ascoltato decine di agenti e registrato uno dei punti più dolenti per la categoria: il tempo perso. Il 90% delle prime visite, effettuate di persona, non ha alcun seguito. Abbiamo calcolato che su 10 visite, 3 sono di semplici curiosi, 2 persone non si presentano e una arriva con 25 minuti di ritardo. Ore di lavoro sprecate per aprire la porta, spesso fuori orario d’ufficio, sapendo già che pochissimi di questi contatti frutteranno qualcosa – spiega Luca Rossetto, amministratore delegato di Casa.it –.“Da oggi tutto questo tempo può essere recuperato, perché l'agente, appena riceve una telefonata con una richiesta di appuntamento, può proporre questa modalità, senza muoversi dall'ufficio e senza far sprecare tempo all'utente».

VAI AL DOSSIER / Proptech e immobiliare

Ma come funziona nel concreto? Basta un indirizzo email, cui l'agente invia un link. Aprendo il collegamento da pc, smartphone o tablet, senza bisogno di installare nulla, il cliente entra nell’appartamento, può muoversi sullo schermo, esplorando gli spazi che desidera, mentre i due sono in collegamento voce e mentre l’agente vede in ogni istante dove l'utente sta guardando. «Il cliente non lo vede, ma l’agente di fronte a sé a tutte le informazioni relative all’immobile e all’occorrenza può anche condividere elementi come la planimetria», aggiunge Rossetto. La privacy del proprietario è garantita perché il link scade subito, è in mano solo all'agente e chi lo riceve non può inoltrarlo.

La proposta di Casa.it è rivolta a tutte le agenzie clienti e per far funzionare occorre soltanto che le fotografie dell'annuncio siano fatte a 360 gradi, non ci sono software da acquistare. Dal punto di vista commerciale, Casa.it propone alle agenzie un costo a forfait a pacchetto, per un minimo di 50 visite.

Il nuovo servizio si inserisce a pieno titolo nel filone proptech che sta caratterizzando il settore , dove la tecnologia ha un ruolo sempre più decisivo. In questo caso, però, il digitale non serve a eliminare l’intermediazione, anzi a migliorare l'efficienza degli agenti. «L'importante è che tutti si convincano: le novità non devono spaventare, vanno interpretate come strumenti per creare valore», aggiunge Rossetto.

Inizialmente, sarà l'agente a riferire al potenziale cliente la possibilità di questo contatto. Più avanti, gli annunci su Casa.it conterranno il logo “PrimaVisita”. Nel giro di qualche settimana, il portale ha anche annunciato un restyling del sito internet. Con oltre 26 milioni di visite al mese (dato di gennaio), Casa.it raccoglie l'offerta di oltre 12mila agenzie affiliate, di costruttori edili e di inserzionisti privati.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...