ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùAziende storiche

Vitale Barberis Canonico investe nell’innovazione

Con il brand VitoVi

di Marta Casadei

Filiera corta. L'azienda biellese gestisce tutte le fasi di creazione e produzione

2' di lettura

Continuare a crescere assicurandosi che i quasi quattro secoli di storia dietro le spalle non costituiscano un fardello ingombrante, ma un valore aggiunto. È questo l’obiettivo di Vitale Barberis Canonico, lanificio fondato a Pratrivero (Biella) nel 1663. L’azienda sta investendo molto sui fronti di innovazione e sostenibilità, che spesso vanno di pari passo. «Stiamo lavorando molto con la stampa digitale - racconta Francesco Barberis Canonico, direttore creativo - e siamo riusciti a ottenere risultati straordinari sui pesi leggeri. Stiamo spingendo molto sui colori che in un momento storico come questo hanno assunto il ruolo che è stato delle fantasie». Quello di Vitale Barberis Canonico, come conferma il direttore creativo, «è un continuo lavoro di innovazione sia sul fronte dei materiali - per esempio abbiamo diversi prodotti realizzati con una nuova piuma made in Italy che non “gonfia” troppo - ma anche della creatività: cerchiamo di non seguire le tendenze, ma di dettarle». L’obiettivo primario è «offrire un prodotto che oltre a essere performante, duri negli anni. Penso che questo sia un forte messaggio di sostenibilità».

Quest’ultimo come già detto è un tema sul quale l’azienda - che ha chiuso il 2022 con 145 milioni di euro di ricavi - è già attiva da anni: «Gestiamo direttamente tutte le fasi della lavorazione del prodotto e questo ci avvantaggia: sappiamo perfino cosa mangiano le nostre pecore».

Loading...

Tra i capitoli più recenti del percorso di evoluzione dell’azienda c’è la collaborazione con un marchio emergente di abbigliamento femminile, VitoVi: «Il progetto sdogana l’ingresso in un mondo non prettamente nostro. Del resto il modo per evitare di diventare “polverosi” è quello di fare cose fuori dagli schemi, nel rispetto dei nostri valori chiave». Una formula che ha successo in tutto il mondo: «L’ultima campagna vendite ha avuto risultati molto positivi in Giappone, un mercato particolarmente recettivo, in Corea del Sud e anche in alcuni Paesi europei come Italia e Francia. L’unica  delusione arriva dagli Usa: il mercato americano non ha ripreso a mettersi la giacca, forse per il cambiamento di modalità di lavoro seguito alla pandemia». I prezzi? «In alcuni casi abbiamo dovuto alzarli del 30% già ad aprile», conclude Barberis Canonico.

Riproduzione riservata ©

Consigli24: idee per lo shopping

Scopri tutte le offerte

Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link, Il Sole 24 Ore riceve una commissione ma per l’utente non c’è alcuna variazione del prezzo finale e tutti i link all’acquisto sono accuratamente vagliati e rimandano a piattaforme sicure di acquisto online

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti