media

Vodafone Tv al test del mercato con contenuti e nuove partnership

di Andrea Biondi

default onloading pic


3' di lettura

Per la Vodafone TV ora c’è solo da affrontare la prova del mercato. Per l’offerta televisiva di Vodafone Italia c è arrivato il momento di verificare la presa sui consumatori, dopo un lavoro lungo, ma i cui risultati sono ritenuti molto soddisfacenti da parte dell’azienda di telecomunicazioni guidata in Italia da Aldo Bisio e a livello mondiale da Vittorio Colao. La scommessa è legata a quella tendenza ormai data per scontata sull’altare della convergenza tv-tlc: legare un’offerta di contenuti video ai servizi tradizionali mobile e fisso.

E visto che per Vodafone c’è da far crescere in Italia la base clienti in fibra, l’unione delle due cose può fare la forza. Almeno questa è l’idea della telco che oggi ha annunciato nuove partnership e nuove funzionalità. Innanzitutto gli accordi. Quelli nuovi sono 10, tra cui Sony Pictures Television, 20th Century Fox, Lionsgate, BBC Worldwide, National Geographic e molti altri. Intese che servono a Vodafone per dare battaglia sulla sezione on demand con film, serie, documentari e contenuti per bambini. Inoltre accordi sono stati fatti con Discovery Italia, De Agostini Editore, Viacom International Media Networks per garantire la visione dei canali tv editi da questi broadcaster, con una serie di funzionalità aggiuntive, fra cui : la pausa e la registrazione del programma.

A questi si uniscono i pacchetti aggiuntivi di Now Tv (la internet tv di Sky), dedicati agli appassionati di cinema, serie tv, calcio e sport. Grazie all’accordo siglato con Sky alla fine dello scorso anno, per i nuovi clienti di Vodafone TV, sono inclusi 3 mesi del pacchetto Serie Tv di Now Tv, con la nuova stagione di “House of Cards” e le serie cult come “The Young Pope” e “Gomorra”. Nella parte on demand è presente anche Chili, con cui si rafforza la promozione esclusiva per i clienti Vodafone. Il tutto con un prezzo di 10 euro ogni 4 settimane, comprensivo di Vodafone Tv e Now Tv (pacchetto Intrattenimento) per un servizio che può essere attivata esclusivamente dai clienti Vodafone Fibra.

Vodafone Tv arriva così in un’arena non certo desolata, con il suo principale competitor, Timvision, che è già da anni sul mercato. «Per quanto ci riguarda - spiega Quang Ngo Dinh, responsabile marketing consumer di Vodafone Italia – siamo convinti che la funzionalità e la capacità di integrazione fra il meglio della tv tradizionale, contenuti on demand e internet tv, sia una caratteristica distintiva di Vodafone Tv».

Nella pratica basterà andare con il telecomando sui canali dopo il numero 1.000 per avere la visione di tutti i canali in digitale terrestre. La prima schermata poi è divisa in 4 parti con una parte “My Tv” con tutto quello che si è registrato o messo da oarte per la visione, una parte guida Tv (con i canali tradizionali lineari), una parte on demand e le app (fra cui Netflix, Now Tv e Chili Tv di default). La visione della Vodafone Tv è garantita anche in mobilità, pur non prevedendo la gratuità dei dati consumati.

Di certo con la Vodafone Tv, la telco punterà ad attirare anche grazie al nuovo servizio clientela sulla sua rete in fibra che, a quanto evidenziato dalla stessa compagnia telefonica, è presente in oltre 527 città italiane, potenzialmente a disposizione di 11,7 milioni di famiglie e imprese. Grazie alla partnership con Open Fiber (controllata di Enel e Cdp che alla fine del 2016 ha anche acquisito Metroweb con la sua rete in Ftth a Torino, Milano, Genova e Bologna), Vodafone dispone anche di una offerta commerciale fino a 1 Gigabit al secondo a Milano, Bologna, Torino e Perugia. Per quanto riguarda invece il mobile, la copertura 4G ha raggiunto il 97,2% della popolazione in oltre 6.800 comuni, di cui 1.050 in 4G+. Oltre che in Italia, Vodafone Tv è disponibile in Germania, Grecia, Irlanda, Olanda, Spagna, Portogallo e Nuova Zelanda.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti