Vacanze al tempo del covid

Voli, per Pasqua aumentano del 41% le partenze da Malpensa e Linate

Tra il 31 marzo e il 7 aprile sono previsti 139.600 passeggeri a Malpensa e Linate. Dal 3 al 7 aprile 2.500 milanesi partiranno da Malpensa per la Spagna

di Gianni Dragoni

Articolo aggiornato il primo aprile 2021 ore 11:06

Draghi: prenotare le vacanze? Io se potessi ci andrei volentieri

4' di lettura

Nella settimana di Pasqua è previsto un totale di quasi 140mila passeggeri tra partenze e arrivi negli aeroporti di Malpensa e Linate, gli scali milanesi gestiti dalla Sea. Numeri ancora piccoli rispetto alla situazione pre-Covid, ma che indicano un incremento sensibile rispetto al traffico delle ultime settimane, ad esempio +41,5% rispetto alla media giornaliera del traffico nel mese di febbraio.

Dal 3 al 7 aprile 19 voli da Malpensa per la Spagna

Il mini-boom, perché di mini-rialzo si tratta, è trainato dalle partenze verso paesi che non richiedono la quarantena ai turisti in arrivo, vengono accettati senza restrizioni se muniti di un certificato che dimostra la negatività al Covid, con un test fatto nelle 48 ore prima dell’arrivo in Spagna. Tra questi c’è soprattutto la Spagna e ci sono soprattutto le isole Canarie. Per queste destinazioni è previsto un incremento dei voli a ridosso di Pasqua. Tra sabato 3 e martedì 7 aprile sono previsti complessivamente 19 voli in partenza da Malpensa verso le Canarie (Tenerife, Fuerteventura, Las Palmas) o altre destinazioni spagnole, incluse Madrid e Barcellona, con circa 2.500 turisti, in media 131 passeggeri per ogni volo.

Loading...

In prevalenza Ryanair, easyJet, Wizz

I voli sono fatti in prevalenza dalle low cost che spadroneggiano in Europa, Ryanair, easyJet, Wizz Air. Non c’è Alitalia, che non vola da Malpensa.

La mossa di Neos

C’è anche Neos, la compagnia del gruppo Alpitour presieduta da Lupo Rattazzi. Neos ha fatto ricorso a un espediente di marketing, ha pubblicizzato un volo «Covid tested» per le Canarie, partito sabato 27 marzo con il pieno di passeggeri. In realtà si tratta di un’iniziativa volontaria, richiedere il tampone o un test moceolare ai passeggeri fatti prima della partenza. Perché in Spagna in questo caso non ci sono restrizioni per i turisti.


I voli Covid- tested

Ma non si tratta dei voli «Covid tested» regolati dalle ordinanze del ministero della Sanità. Questi vengono fatti per ora solo su destinazioni intecontinentali, soprattutto da Fiumicino (per New York con Alitalia e per Atlanta con Delta), mentre il primo aprile partirà il primo volo di Delta da New York a Fiumicino. Il 2 aprile parte da New York il primo volo Covid-tested diretto a Malpensa, fatto da Delta.

Le destinazioni

Il 30 marzo è partito da Malpensa un volo di Wizz per Fuerteventura con 220 passeggeri. Scorrendo il sito di Malpensa si nota che mercoledì 31 marzo sono previsti 4 voli per la Spagna, uno di easyJet per Tenerife, uno di Vueling per Barcellona, uno di Air Europa per Madrid e un volo di Singapore Airlines per Barcellona. Sabato 3 aprile i voli per la Spagna da Malpensa quasi raddoppiano, sono 7. Di questi, cinque sono diretti alle Canarie: due di Neos per Fuerteventura, due di Wizz (Furteventura e Tenerife), uno di easyJet per Tenerife. Infine uno di Air Europa per Madrid e uno di Vueling per Barcellona. Tra gli altri voli ce n’è uno di easyJet per Sharm El Sheikh, in Egitto. Tra il 31 marzo e il 3 aprile aumentano da 3 a 7 i voli verso altre destinazioni calde: da uno a due i voli di Tap per Lisbona, da uno a due i voli per Il Cairo (Egyptair, a cui si aggiunge Air Cairo il 3 aprile), un volo di Turkish per Istanbul in entrambi i giorni. Solo il 3 aprile ci sono un volo per Atene di Aegean e uno per Tunisi di Tunisair.

Dal 31 marzo al 7 aprile previsti 139.600 passeggeri

Nella settimana dal 31 marzo al 7 aprile nei due aeroporti milanesi sono previsti 139.600 passeggeri, sommando partenze e arrivi. Di questi 88.000 a Malpensa e 51.600 a Linate. Data la scarsità di traffico è poco significativo fare paragoni. L’anno scorso di questi tempi, e anche nella settimana di Pasqua, c’era il lockdown. Per avere un dato abbastanza omogeneo abbiamo preso il traffico di febbraio 2021, in tutto il mese Malpensa ha avuto 202.608 passeggeri, Linate 142.529, secondo i dati pubblicati da Assaeroporti. In totale sono 345.137 passeggeri, pari in media a 12.326 al giorno.

Aumento del 41,6% rispetto a febbraio

La previsione di 139.600 passeggeri fra il 31 marzo e il 7 aprile corrisponde a una media di 17.450 passeggeri al giorno. Ci sarebbe quidi un incremento del 41,6% rispetto alla media di febbraio.

Crollo dell’81% rispetto a prima del Covid

Per avere un paragone con un periodo di traffico normale, pre-Covid, si può guardare al mese di marzo del 2019. Nel quale i due scali milanesi hanno avuto un totale di 2.828.069 passeggeri, pari a una media di 91.228 al giorno. Pertanto i 17.450 in media al giorno della settimana pasquale sono quasi l’81% in meno rispetto alla media di marzo pre-Covid. Se si facesse un raffronto co la settimana pasquale 2019, ma i dati ieri non erano disponibili, il crollo sarebbe ancora più marcato.

La mini-quarantena di Speranza

Secondo le regole valide fino al 30 marzo chi vola in Spagna non sarebbe stato soggetto a quarantena al rientro in Italia. L’ordinanza firmata il 30 marzo dal ministro della Salute, Roberto Speranza, ha introdotto però un obbligo di quarantena di 5 giorni al rientro per chi arriva o torna da qualunque paese dell’Unione europea. Forse una risposta, tardiva, ai tour operator e albergatori italiani che hanno polemizzato contro la libertà di andare all’estero nonostante il divieto di spostamento tra le regioni. La decisione di Speranza crea comunque ulteriori restrizioni, non apre al turismo in Italia come avrebbe voluito chi ha scatenato le critiche.

Gli effetti scadono il 6 aprile

Dunque chi torna dalla Spagna dovrà (dovrebbe) stare in mini-quarantena, ammesso che possa venire controllato, e su questo ci sono molti dubbi. Ma l’ordinanza di Speranza è valida solo fino al 6 aprile. Quindi chi rientra dal 7 aprile in poi non sarà soggetto all’obbligo della quarantena, vera o finta che sia.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti