Salone di Monaco

Volkswagen ID.Life, l'elettrica per la città del 2025. Costerà tra 20 e 25 mila euro

di Simonluca Pini

4' di lettura

La nuova Volkswagen ID.Life si presenta in anteprima mondiale alla prima edizione dell'IAA Mobility 2021. La concept car anticipa una compatta elettrica di segmento B attesa entro il 2025, caratterizzata da un prezzo di ingresso tra i 20.000 e i 25.000 euro. Caratterizzata da uno stile completamente inedito, la ID.Life è stata sviluppata pensando ad una mobilità sostenibile e condivisa. L'accesso al veicolo viene consentito mediante una telecamera e un software per il riconoscimento facciale. Grazie alla versatile configurazione dei sedili l'abitacolo si trasforma in una sala giochi o cinematografica. Nelle tasche delle porte sono integrate basi per la ricarica induttiva dello smartphone. Sviluppata sulla piattaforma MEB, la nuova compatta elettrica di Volkswagen dichiara una potenza di oltre 230 cavalli e una autonomia di circa 400 chilometri. Grazie alle dimensioni compatte, la visibilità a 360°, l’altezza dal suolo di 190 millimetri e gli angoli di attacco anteriore e posteriore rispettivamente di 26° e 37°, la novità tedesca si adatta all'utilizzo anche fuori dall'asfalto.

Nuova Volkswagen ID Life

Loading...

Il design della nuova Volkswagen ID Life punta sull'essenzialità, anche grazie alla ripartizione orizzontale fra carrozzeria, superfici in vetro e tetto. Il tetto amovibile in tessuto con camere d’aria aumenta la sensazione di spazio a bordo e riduce inoltre il peso a vuoto della vettura. Il carattere sostenibile della novità tedesca emerge in modo particolarmente marcato dalla scelta dei materiali, vernice inclusa. La tinta trasparente utilizzata per la carrozzeria sfrutta i trucioli di legno come colorante naturale e contiene un indurente a base biologica. Il tessuto con camere d’aria utilizzato per il tetto e la copertura del frontale è realizzato al 100% con bottiglie in Pet riciclate. Gli pneumatici sono composti anche da materie prime quali olio biologico, gomma naturale e lolla di riso. All’interno dell’abitacolo si alternano legno certificato dal Fsc (Forest Stewardship Council) per le cornici della plancia e la zona dei sedili posteriori, finitura ArtVelours Eco per le superfici di seduta e i rivestimenti delle porte, e tessuto per i poggiatesta e i braccioli con tastiera. La vernice Rubber Paint, ottenuta da pneumatici dismessi, fa risaltare in modo particolare la struttura superficiale della zona di accesso.

Volkswagen ID.Life, la futura citycar elettrica

Volkswagen ID.Life, la futura citycar elettrica

Photogallery33 foto

Visualizza

Arriva la trazione anteriore elettrica

La Volkswagen ID. Life si basa su una variante più piccola della piattaforma elettrica modulare MEB Volkswagen, appositamente sviluppata per questa categoria di vetture. La propulsione è garantita da un motore elettrico da 172 kW (234 cavalli), che trasmette la potenza attraverso le ruote anteriori. Così, per la prima volta, un veicolo concepito basandosi sulla piattaforma MEB viene dotato di trazione anteriore. Questo principio, che evidenzia la flessibilità della MEB, permette un utilizzo particolarmente efficiente dell’abitacolo, con un’ampia disponibilità di spazio per i passeggeri e i bagagli in una superficie compatta. Per l’accelerazione da 0 a 100 km/h la ID. Life impiega 6,9 secondi. La batteria ad alto voltaggio, dalla capacità energetica di 57 kWh, permette un’autonomia di circa 400 chilometri nel ciclo di omologazione Wltp.

Volkswagen ID. Life, interni

Delle telecamere e un display sostituiscono sia gli specchietti retrovisori esterni che quello interno. La selezione della marcia, gli indicatori di direzione, il clacson e i tergicristalli vengono comandati tramite il pannello touch presente sul volante esagonale aperto nella parte superiore. L’integrazione dello smartphone nel sistema di comando consente invece al guidatore un agevole controllo delle funzioni di navigazione, comunicazione e infotainment oltre all’accesso online a tutti i dati del veicolo. La consolle per videogiochi e il proiettore sono inclusi nella dotazione. All’occorrenza basta estrarre lo schermo di proiezione dalla plancia per utilizzarlo come monitor. Ed è anche possibile collegare autonomamente altri dispositivi, alimentati da una presa a 230 volt/16 ampere presente nell'abitacolo. In questo caso gli schienali dei sedili anteriori ribaltati in avanti fungono da supporto per le gambe degli occupanti, che possono prendere posto in tutta comodità sul divano posteriore reclinato. Ribaltando completamente gli schienali anteriori e posteriori è inoltre possibile ricavare un comodo piano per sdraiarsi.

Grande spazio a bordo

Un meccanismo di ribaltamento variabile degli schienali dei sedili anteriori e posteriori consente di sfruttare al meglio il vano passeggeri. In base alle esigenze, è infatti possibile ampliare lo spazio di carico o aumentare il comfort per gli occupanti. Il volume del bagagliaio è pari a 225 litri, a cui si aggiungono i 108 litri disponibili sotto il fondo. Ribaltando lo schienale dei sedili posteriori e del sedile del passeggero il volume del bagagliaio può infatti essere ampliato fino a raggiungere i 1.285 litri. È possibile sfruttare un ulteriore spazio di carico di 68 litri posto sotto la copertura in tessuto con camere d'aria nella zona anteriore della vettura. Sotto uno sportellino appositamente realizzato si trova uno spazio di circa 8 litri che può alloggiare un cavo di ricarica. Qui, accanto al connettore di carica della batteria ad alto voltaggio, è inoltre inserita una presa da 230 volt (16 A) per alimentare dispositivi elettrici esterni.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti