ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùTrasporto aereo

Volkswagen si lancia negli aero-taxi

La divisione cinese del gruppo automobilistico presenta «Tiger Flying»: il velivolo elettrico ha una autonomia di 60 minuti e può percorrere 200 chilometri.

di Mara Monti

VW Group China V.MO eVTOL progettato in collaborazione con tangerine

2' di lettura

Volkswagen Group China sale sull’aero-taxi e presenta il suo prototipo di aereo elettrico ad atterraggio e decollo verticale eVTOL da quattro posti - il V.MO - entrando così a fare parte dei gruppi automobilistici che già hanno avviato progetti simili come Hyundai, Toyota, Stellantis. Volkswagen Group China ha lanciato il progetto Vertical Mobility nel 2020 per esplorare questa nuova generazione di velivoli per la mobilità del futuro, progetto che si inserisce nella Urban air mobility (UAM).

Il velivolo elettrico dedicato al mercato cinese

Dopo un lungo lavoro di sviluppo e ricerca, il primo modello ha preso forma, il V.MO e sarà dedicato interamente al mercato cinese dove è stata chiesta la certificazione al volo alle autorità locali. Per ora nessun progetto di certificare il velivolo in altri paesi, tanto meno in Germania dove ha sede Volkswagen , perchè al momento lo sviluppo del mercato cinese è la priorità per il gruppo automobilistico. Tuttavia non si esclude che in futuro il velivolo possa essere commercializzato anche al di fuori della Cina.

Loading...

Può trasportare fino a 4 passeggeri e coprire 200 chilometri

La versione finale dell’aero-taxi completamente elettrico e automatizzato è progettata per trasportare quattro passeggeri più bagagli ed è prevista una versione con o senza pilota in base alle esigenze del passeggero che può pilotare il V.MO anche senza essere in possesso di una licenza al volo. Nella versione finale, l’aero-taxi è progettato per raggiungere una velocità massima di 200 km/h e una distanza di 200 chilometri e con una autonomia di 60 minuti.

Al progetto partecipa il partner cinese Hunan Sunward

La società sta lavorando a stretto contatto con le autorità cinesi per potere effettuare il primo volo entro il 2023.Questo prototipo è stato soprannominato “Tiger flying” per commemorare il suo lancio nell’anno della Tigre del calendario cinese. Il progetto è stato supportato da partner cinesi, tra cui Hunan Sunward Technology, una sussidiaria del gruppo Sunward con sede in Hunan, specializzata nello sviluppo, nella vendita e nei servizi di prodotti aeronautici, oltre ad essere leader di mercato nel settore degli aeromobili sportivi leggeri.

Il prototipo pronto a spiccare il volo nel 2023

Volkswagen Group China ritiene che l’UAM sia un mercato in rapida evoluzione perché utilizza lo spazio aereo per i collegamenti a breve e media distanza, in particolare all’interno e tra le grandi città. In Cina è destinato a svolgere un ruolo significativo nel futuro del trasporto urbano e interurbano tra le sue megalopoli congestionate, ritenendo che i veicoli aerei elettrici dal momento che potranno essere trasportati passeggeri in modo più rapido ed efficiente rispetto agli attuali mezzi di trasporto terrestre convenzionali e con maggiore flessibilità e meno inquinanti.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti