Made in Brasil

Volkswagen Taigo, tutto quello che c'è da sapere sul nuovo suv urbano

Taigo la terza offerta per Vw fra le compatte accessibili dopo la classica Polo e il T-Cross coi quali condivide il pianale e la trazione anteriore.

di Corrado Canali

5' di lettura

La Volkswagen Taigo verrà lanciata all'inizio dell'anno prossimo, ma la si può già prenotare sulla base di un pezzo d'accesso di 22.600 euro. Offre un format simile a quello della T-Cross della quale rappresenta una alternativa molto più sportiveggiante e modaiola. Nonostante le molto affinità tecniche con la T-Cross, la Taigo se ne differenzia, per la taglia, le proporzioni e il design. Innanzitutto, è più lunga, 4,27 metri contro 4,11, per merito del passo cresciuto a 2,57 metri contro i 2,55 della T-Cross, ma soprattutto per lo sbalzo posteriore pronunciato. L'altezza del corpo vettura scende a 1,49 metri, contro 1,58 metri della T-Cross, con proporzioni, dunque, diverse, ma con la luce libera da terra invariata. E se il tetto della Taigo ha un andamento spiovente il volume di coda non mette limita la praticità: Vw, infatti, dichiara un bagagliaio di 438 litri, la T-Cross, con divanetto scorrevole, ne offre invece fra i 385 e i 455 litri.

In Brasile dove è nata si chiama Nivus

E’ stata concepita in Brasile la Volkswagen Taigo e là si chiama Nivus e viene realizzata con specifiche legate al mercato sudamericano. Il modello che è invece commercializzato in Europa è stato studiato e modificato ed è prodotto a Pamplona in Spagna. Così, i materiali saranno in linea con le richieste del Vecchio Continente. Le forme sono specifiche per la guida in Europa: del resto il taglio coupeggiante è molto evidente, con il montante posteriore proteso in avanti, uno spoiler marcato sul tetto e linee nette, decise, ben sostenute da cerchi che sono disponibili nelle taglie che vanno da 16 e fino a 18 pollici.

Loading...

Gruppi ottici a Led e anche Matix IQ

Nel frontale di la Volkswagen Taigo, che cambia in alcuni particolari a seconda degli allestimenti, i gruppi ottici a Led s'innestano nella calandra rifinita in nero. D'effetto i fari a Led Matrix IQ.Light, di serie nelle versioni Style non offerta al lancio in Italia e R-Line, dove formano una firma luminosa originale. Nella coda sono ancora i gruppi ottici a Led protagonisti, costituiti da un elemento principale su ogni angolo della carrozzeria e da un robusto profilo centrale continuo, con il nome del modello in lettere collocato alla base del portellone. Incisiva la parte inferiore del fascione che sulla R-Line ha gli scarichi integrati.

Gli allestimenti previsti per il lancio

Parliamo di allestimenti della Volkswagen Taigo: in Italia, al lancio sono disponibili le versioni Life che è una new entry, intermedia di gamma e la R-Line: non sono previste al momento quella base o Taigo e la Style. Il digital cockpit è di serie e i sistemi multimediali comprendono i più recenti Mib3. La versione Life include, tra l'altro, il bracciolo centrale con interfaccia Usb-C supplementare, il volante multifunzione di pelle e i retrovisori esterni ripiegabili elettricamente a cui si aggiungono i cerchi sono di lega nelle misure da 16 o da 17 pollici. Mentre all'interno i sedili sono rivestiti con dei tessuti di livello anche pregiato.

Il top di gamma con tutto e anche di più

Il top di gamma di la Volkswagen Taigo, R-Line include invece: paraurti specifici, fari a Led Matrix IQ.Light, diffusore con terminali integrati e sedili anteriori riscaldati, rivestiti di tessuto sportivo, mentre il padiglione è nero. Sono inoltre disponibili il Digital cockpit Pro con display da 10,25 pollici, il tetto panoramico sollevabile e scorrevole, la selezione del profilo di guida e il differenziale elettronico a bloccaggio trasversale Xds. I cerchi sono di lega da 17 pollici o, in opzione, da 18 pollici. Otto i colori di carrozzeria, sulla R-Line è disponibile anche il pacchetto di design Black style, inoltre con l'opzione Roof pack si può disporre anche di un tetto verniciato a contrasto in nero.

A bordo c’è anche il Digital cockpit Pro

All'interno di la Volkswagen Taigo, svetta l'architettura orizzontale della plancia, costituita dal Digital cockpit di serie o dal Digital cockpit Pro e dalla nuova generazione di infotainment. Il risultato è un ambiente digitale senza soluzione di continuità: in più, se la Taigo è equipaggiata con il Climatronic a richiesta, si aggiunge un sistema di comandi fatto di superfici touch e cursori, che sostituiscono i tasti fisici. Per quanto riguarda il comparto multimediale, la versione Life sarà equipaggiata di serie con il sistema Composition con monitor da 6,5 pollici, mentre la R-Line avrà di serie il Ready2Discover con monitor da 8 pollici e saranno inoltre disponibili il Discover media con display da 8 pollici e il Discover pro da 9,2 pollici. I sistemi son inoltre dotati dei due monitor più grandi.

Funzioni ampliate grazie alla eSim

Grazie a un’unità con eSim integrata, la gamma di funzionalità ampliate dei sistemi Mib3 include i servizi online di We Connect sfruttabili senza limiti di tempo e We Connect plus predisposti in Europa per un utilizzo gratuito per uno o tre anni. A seconda dell'equipaggiamento, i servizi online Mib3.1 offrono nuove funzionalità, come l'accesso a piattaforme di streaming e la personalizzazione di alcune impostazioni che, essendo memorizzabili nel Cloud tramite il VW ID, possono essere richiamabili su altre auto della Casa. Sulla versione R-Link è previsto il collegamento delle app mediante App-connect wireless e per Apple CarPlay e Android Auto sia pure senza collegamenti fisici.

Guida assistita nel pacchetto IQ.Drive

I sistemi relativi alla guida assistita di la Volkswagen Taigo sono riuniti sotto la denominazione IQ.Drive. Il modulo base è quello del Travel assist, che consente la guida parzialmente automatizzata. Il sistema che può intervenire nella gestione nn solo dello sterzo, ma anche della frenata e dell'accelerazione fra i 30 e i 210 kmh, si avvale anche del cruise control con regolazione automatica della distanza Acc e dell'assistenza al mantenimento della corsia Lane assist. L'ultima generazione del cruise control con Acc, in abbinamento al cambio Dsg e al navigatore, esamina in modo predittivo la segnaletica stradale riguardante i limiti di velocità, quella nell'accesso a centri abitati, incroci e rotatorie.

Previsto il regolatore intelligente della velocità

Il sistema Acc, cruise control intelligente adattivo, utilizza anche la telecamera anteriore e i dati del Gps, diventando così una sorta di regolatore intelligente della velocità. La Taigo inoltre è dotata di serie dell'assistenza al mantenimento corsia Lane assist. Se il suv viene ordinato anche col pacchetto Sistemi di assistenza, che prevede l'aiuto al cambio corsia, i due dispositivi si fondono. In questo caso la dotazione comprende anche l'assistente all'uscita dal parcheggio, la protezione proattiva e il controllo perimetrale Front assist, che include il rilevamento di pedoni e ciclisti. Previsto anche il sistema anti-collisione multipla che è in grado di frenare in automatico la vettura in caso di possibile tamponamento.

La trazione è soltanto anteriore e non ci sono ibridi

La la Volkswagen Taigo, disponibile solo a trazione anteriore, è equipaggiata da motori benzina (nessun powertrain ibrido, neppure mild hybrid): due unità 1.000 cc TSI a tre cilindri, rispettivamente da 95 e 110 cv, e un 1.500 cc a quattro cilindri da 150 cv. A seconda delle motorizzazioni, l'abbinamento dei motori avviene con trasmissioni sia manuali a cinque o sei marce, oppure con l'automatico Dsg a sette rapporti. In Italia, la Taigo è proposta da 22.600 euro di listino o da 159 euro al mese con formula PVV: sarà nelle concessionarie Volkswagen in Italia all’inizio dell’anno prossimo.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti