Marketing d’assalto

Voltswagen, il pesce d’aprile globale e a doppio taglio di Volkswagen America

Nessun cambio di nome ma molte polemiche negli Stati Uniti dopo il pesce d'aprile anticipato

di Simonluca Pini

Nonostante il rally, l’auto resta un’opportunità di mercato

2' di lettura

Addio Voltswagen. A poco meno di 24 ore dalla fuga di notizie sul possibile nuovo nome, seguita da un comunicato ufficiale di Volkswagen America di conferma, il marchio tedesco fa dietrofront e svela il Pesce d'aprile anticipato. Considerata la copertura mediatica a livello mondiale, sarà sicuramente ricordato come uno degli scherzi meglio riusciti ma al tempo stesso potrebbe avere alcuni strascichi per il marchio tedesco negli Stati Uniti.

Voltswagen, la vicenda in due tappe

Tutto inizia da una notizia anticipata dal canale americano Cnbc, che pubblica il cambio di nome dopo la fuga di notizie apparsa sul sito Vw e soprattutto dopo aver ricevuto la conferma da una fonte interna in Volkswagen. Per quantificare la copertura del network americano, a marzo 2020 la sezione business news aveva realizzato 115 milioni di visitatori unici e in un solo mese aveva ottenuto un miliardo di pagine viste.

Loading...

La notizia che negli Stati Uniti Volkswagen potesse cambiare nome per diventare VOLTSwagen nei modelli elettrici è stata ripresa da molti siti e agenzie di informazione,in alcuni casi sottolineando che si poteva trattare di un pesce d'aprile ma al tempo stesso un cambio di nome per la gamma elettrica negli Stati Uniti poteva essere utile per creare una nuova identità green.

A un paio d'ore di distanza è arrivata però la conferma ufficiale di Volkswagen Usa, che confermava la notizia relativa alla nascita di “Voltswagen of America”.

Qui la copertura stampa è stata naturalmente ancora più ampia, con la notizia ripresa dalle principali agenzie mondiali e da siti specializzati come Automotive News Europe.

Pesce d'aprile perfetto o calo di credibilità?

Se da una parte Volkswagen Usa ha messo a segno un indubbio Pesce d'aprile planetario, dall'altra le reazioni negli Stati Uniti fanno più pensare a un possibile danno di immagine piuttosto che a uno scherzo ben riuscito. Gli organi di stampa Usa hanno formalmente protestato per quanto accaduto, dato che avevano ricevuto conferma ufficiale da parte dell'azienda. Secondo il Wall Street Journal, la falsa notizia ha anche alzato brevemente il prezzo delle azioni di Vw.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti