Automotive

Volvo punta a un’Ipo ambiziosa da 20 miliardi di dollari entro settembre

La controllante cinese Geely, prima casa automobilistica privata del Paese, è in trattative avanzate con le banche

di R.Fi.

(Reuters)

2' di lettura

Volvo punta diritto verso la Borsa. La controllante cinese Geely, prima casa automobilistica privata del Paese, è in trattative avanzate con le banche, ha scritto Reuters, per quotare la sua unità Volvo Cars nelle prossime settimane in quella che dovrebbe essere una delle più grandi offerte pubbliche iniziali in Europa quest’anno. La valutazione, secondo le fonti consultate, potrebbe toccare i 20 miliardi di dollari (per qualcuno un po’ meno, 16, per altre fonti si potrebbe arrivare a 30 miliardi). E i tempi sembrano strettissimi: si parla di fine settembre.

Goldman Sachs e SEB (Skandinaviska Enskilda Banken, fondata nel 1856, prima banca privata di Stoccolma) stanno guidando l’operazione, mentre anche altre banche tra cui BNP Paribas, Carnegie e HSBC sono coinvolte nell’accordo. Tutti i protagonisti hanno rifiutato di commentare.

Loading...

Geely, che ha acquistato Volvo da Ford più di dieci anni fa nella più grande acquisizione da parte di una società cinese di una casa automobilistica straniera, ha effettuato un primo tentativo nel 2018, ma poi ha ritirato l’accordo citando le tensioni commerciali e una flessione dei titoli automobilistici. Le case automobilistiche tradizionali negli ultimi anni hanno perso terreno, sopravanzate dalla forza innovativa di Tesla, che per prima è saltata sul carro della transizione elettrica. Molte aziende europee, tuttavia, si sono rapidamente orientate verso il settore elettrico, tra cui Volvo, che mira a produrre solo veicoli a batteria entro il 2030 e possiede una partecipazione del 49,5% nel produttore di auto elettriche Polestar.

Una valutazione di 20 miliardi di dollari per Volvo equivarrebbe a sei o sette volte i suoi utili, un livello che alcuni analisti dicono sia alto anche se lo metterebbe in linea con i rivali Daimler e BMW. La valutazione di Tesla è più di 70 volte. L’analista di NordLB Frank Schwope ha stimato una forchetta di valutazione compresa tra 10 e 15 miliardi. «I forti margini osservati nella prima metà del 2021 sono difficilmente sostenibili poiché il mercato ha beneficiato di un forte rimbalzo post-pandemia che difficilmente si ripeterà», ha affermato Schwope.

Per il fondatore di Geely, il miliardario Li Shufu (primo azionista di Daimler), che ha acquistato Volvo per 1,8 miliardi di dollari, la quotazione è una pietra miliare sulla strada del trasporto del futuro, in cui le auto fanno parte di una rete elettrificata di servizi di mobilità che generano dati e opportunità di business.Un gran numero di startup ha sfruttato la frenesia degli investitori per i veicoli elettrici quest’anno. Rivian, che questa settimana ha lanciato il suo primo pickup elettrico dalla linea di produzione, proverà a ottenere una valutazione di 70-80 miliardi quando sarà quotata in borsa alla fine di quest’anno.

Intanto Volvo ha già avvisato che i volumi di vendita nella seconda metà del 2021 potrebbero diminuire in seguito ai tagli alla produzione determinati dagli stop della filiera.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti