Suv

Volvo, sigle addio: l’erede della XC90 potrebbe chiamarsi Embla e interrompere il sistema di denominazione numerica

Il modello successore dell'ammiraglia a ruote alte sarà lanciato entro la fine del 2022 e oltre ad essere proposto soltanto in modalità elettrica introdurrà delle soluzioni sempre più avanzata di guida autonoma.

3' di lettura

La nuova generazione che sostituirà l'attuale Volvo XC90 potrebbe prendere il nome Embla, ma non è ancora stato deciso che sia proprio così. Di sicuro con il lancio del nuovo suv di lusso la casa svedese di proprietà cinese di Geely abbandonerà l'utilizzo delle sigle numeriche dei suoi modelli per avviare una nuova fase che prevede denominazioni non numeriche.
La nuova XC90 che sarà la prima vettura ad adottarla verrà realizzata sulla base del Concept Recharge identificato da Volvo come il manifesto di tutti i suoi futuri modelli e di conseguenza è da considerasi una vera e propria anteprima del suo nuovo suv che è al vertice della gamma.

Una nuova piattaforma per modelli soltanto elettrici

La nuova ammiraglia a ruote alte di Volvo che mette sin da subito nel mirino l'ultima generazione arrivata della Range Rover sarà realizzata sulla piattaforma SPA2 che consentirà di elettrificare dall’inizio il suv più grande del marchio. Non a caso il Concept Recharge utilizza una nuova piattaforma che sarà scalabile per automobili di dimensioni comprese tra la S60 e per l’appunto la XC90. Il layout del nuovo pianale consentirà a Volvo di disporre per la prima volta di una vettura con un pavimento che sarà completamente piatto con la batteria che è sistemata nello spazio sottostante che garantirà così uno spazio utile più importante.

Loading...

Volvo Concept Recharge

Verrà prodotta nella fabbrica Usa in Carolina del Sud

E' poi confermato che non ci saranno versioni né a benzina né tantomeno diesel del prossimo grande suv del brand svedese. Infatti entro il 2025 Volvo ha annunciato che il 50% delle vendite sarà di modelli completamente elettrici. La prossima XC90 dunque disporrà di un powertrain solo elettrica oltre ad essere prodotta nella fabbrica americana di Volvo in Carolina del Sud. Un'altra delle novità introdotte dalla nuova ammiraglia sarà un sistema di guida autonoma che verrà supportato da un utilizzo massicci di nuovi sensori, oltre che di lidar e anche di telecamere di ultima generazione che lo renderanno il sistema fruibile in tutte le condizioni.

Volvo Concept Recharge

Funzionalità di guida autonoma utilizzabili in autostrada

Anche se alla Volvo sostengono che mai una loro vettura diventerà un robo-taxi, si tratterà di un’auto premium con un sistema di controllo automatico della velocità avanzato che potrebbe essere utilizzato soprattutto in autostrada. C'è da chiedersi a questo punto su quanto la nuova tecnologia aggiungerebbe al prezzo della nuova XC90 per trasformarla in certe condizioni in una sorta di ufficio mobile. Se dei cerchi in lega di pregio sono opzione che costa in media 4.500 euro alla Volvo stimano per la nuova funzionalità un costo accettabile di circa 8.500 euro.

Lo stile ispirato dal Concept Recharge svelato nel 2021

L’Embla sempre se si chiamerà davvero così dovrebbe in ogni caso arrivare quest’anno, con un design fortemente influenzato dal Concept Recharge presentato in anteprima l’anno scorso. L’auto presenterà diversi elementi di design coerenti con l’elettrificazione, come un nuovo muso al posto della tradizionale griglia di tutte le Volvo, oltre ad inedite proporzioni con le ruote agli angoli dell’auto, per uno spazio interno che sarà superiore. Come il Concept Recharge, la XC90 utilizzerà un touchscreen verticale integrato in un ambiente minimalista.

Volvo Concept Recharge

Interni minimalisti e un software di nuova generazione

Il display centrale da 15 pollici impiegherà un software di nuova generazione VolvoCars.OS. Inoltre il motore esclusivamente elettrico e il pavimento piatto renderanno del tutto superfluo un tunnel centrale, aprendo ulteriore spazio a bordo dell’auto. Alla Volvo confermano di avere adottato per la nuova vettura i principi base del design scandinavo per creare tuttavia un design ancora più pulito oltre che più armonizzato. E grazie al pavimento piatto e allo spazio in più a bordo che ne deriva consentirà una vivibilità dell'abitacolo in funzione della guida autonoma.

La prima Volvo presentata dal nuove ceo Jim Rowan

La nuova Volvo XC90 quale che sia la denominazione che verrà adottata sarà anche il primo modello che verrà lanciato dopo l'avvicendamento al vertice del costruttore svedese fra Hakan Samuelsson l'attuale ceo e Jim Rowan che gli subentrerà il 21 marzo. Rowan oltre a dare piena attuazione al progetto di quotazione al Nasdaq di Wall Street del gruppo Volvo avrà il compito di traghettare la Casa svedese verso un futuro completamente elettrico visto che entro il 2030 gli svedesi intendono dotarsi di una gamma di modelli composta da auto soltanto a batteria.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti