Cartech

Volvo sposa Google: Android sale a bordo

di Mario Cianflone

2' di lettura

Dagli smartphone alle auto. Android sale a bordo e lo fa con Volvo. La casa svedese infatti si è allea con Google per lo sviluppo delle prossima generazione di auto connesse della marca controllata dalla cinese Geely. L’obiettivo è creare sistemi di infotainment nativamente integrati con il mondo dei servizi online di Google. E qui in scena entrano gli assistenti vocali di nuova generazione, quelli basati sull’«intelligenza artificiale», sono nel mirino delle case automobilistiche e dopo tentativi infruttuosi ora la strada, tecnologica, sembra essere quella giusta, come si è visto con “hey Mercedes” offerto sulla Nuova Classe A e sviluppato con Nouance. Volvo risponde alla Stella a tre punte integrando Google Assistant, ovvero il concierge digitale che vive a bordo degli smartphone Android e dei dispositivi connessi come lo smart speaker Google Home.

Con Google Assistant sarà possibile gestire l’aria condizionata, interagire con l’auto per impostare la rotta verso un centro commerciale o ricevere informazioni meteo

Loading...

Il patto con Big G punta rivoluzionare l’interfaccia uomo macchina, ridurre le distrazioni al volante, soprattutto quelle causate dall’uso dello smartphone mentre si guida. E qui Volvo vuole portare a bordo delle sue vetture un sistema più articolato del semplice protocollo Android Auto che di fatto replica alcune funzioni smartphone sul sistema di infotainment della vettura.

La casa svedese grazie all’accordo con Google punta a usare nella futura generazione dei suoi sistemi Sensus, il sistema operativo Android (spesso usato in dispositivi car stereo aftermarket di provenienza cinese) che diventa quindi il motore dell’interfaccia di gestione della vettura con tanto di Google Store per le app e soprattutto le mappe e tutti i «geoservizi» del colosso tecnologico americano.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti