Suv elettrici compatti, 10 modelli perfetti anche per la città

11/11Auto

Volvo XC40

Sviluppato in collaborazione con la cinese Geely, il suv compatto XC40 è stato è il primo modello Volvo realizzato sulla base dell’architettura modulare Cma (Compact Modular Architecture) utilizzata per tutte le automobili della Serie 40. In fatto di tecnologia la XC40 eredita i sistemi di sicurezza, connettività e infotainment delle vetture delle Serie 90 e 60, tra cui i sistemi Pilot Assist, City Safety, Run-off Road Protection & Mitigation a tutela degli occupanti in caso di uscite di carreggiata e Cross Traffic Alert con assistenza alla frenata. La XC40 propone inoltre un approccio innovativo per il comfort degli occupanti, grazie a numerose soluzioni di portaoggetti e spazi di carico. Nata con motorizzazioni benzina e Diesel, ma pensata sin dal progetto per ospitare gli elementi tecnici legati all'elettrificazione, la gamma è stata in seguito ampliata con le versioni mild hybrid, ibrida Plug-in e 100% elettrica. Nel dettaglio la Volvo XC40 D3 Momentum R-Design è lunga 443 cm, larga 186 cm, alta 166 cm con un bagagliaio da 460 a 1.336 litri. Nella versione D3 Momentum R-Design costa 41.900 euro con motore a gasolio di 1.969 cc (Euro 6) capace di erogare una potenza massima di 110 kW/150 cavalli ed una coppia massima di 320 Nm a 1.750 giri/min. La trazione è anteriore. Il serbatoio ha una capienza di 54 litri. Le emissioni di CO2 sono di 143 g/km. L’accelerazione da 0 a 100 km/h avviene in 9,9 secondi. La velocità massima raggiungibile è di 180 km/h. La massa a vuoto in ordine di marcia con conducente e bagaglio (norme UE) è di 1.650 kg.

Per saperne di più clicca sul listino

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti