PLUG-IN HYBRID

Volvo XC40 ibrida T5 Recharge, 5 cose da sapere sul suv Phev

Il nuovo suv compatto svedese è a prova di Ztl: monta un powertrain plug-in hybrid e può percorrere fino a 45 km/h in modalità completamente elettrica.

di Simonluca Pini

default onloading pic

Il nuovo suv compatto svedese è a prova di Ztl: monta un powertrain plug-in hybrid e può percorrere fino a 45 km/h in modalità completamente elettrica.


4' di lettura

La nuova Volvo XC40 T5 Recharge aggiunge la motorizzazione ibrida plug-in nella gamma del modello più venduto del marchio svedese. Arrivata in Italia nel 2017, è stata acquistata da oltre 21.500 clienti, di cui 10.200 nel solo 2019, e il 2020 è iniziato con 2500 immatricolazioni e 6700 vetture già ordinate. La versione Phev, ovvero con doppia alimentazione benzina ed elettrica, è in grado di percorrere fino a 45 chilometri in modalità completamente elettrica.

Volvo XC40 ibrida 2020, scheda tecnica
Realizzata sulla piattaforma modulare Cma (Compact Modular Architecture) nel dettaglio la Xc40 Recharge T5 Phev è spinta dal motore 3 cilindri 1.5 litri a benzina da 180 cavalli a cui si aggiunge l'unità elettrica da 82 cv per una potenza massima cumulata di 262 cavalli e una coppia totale di 425 Nm. Passando alle prestazioni, la velocità massima limitata elettronicamente è pari a 180 km/h mentre lo scatto da 0 a 100 km/h viene coperto in 7.3 secondi. Passando allo spazio a bordo, la piattaforma Cma ha permesso il posizionamento delle batterie sotto il pianale andando così a non modificare la capacità di carico, rimasta uguale alle versioni termiche e pari a 460 litri ed espandibile fino a 1336. Passando alla trazione la nuova Volvo XC40 Phev è a due ruote motrici, entrambi i motori spingono sull'asse anteriore, mentre il cambio è un doppia frizione a 7 marce.

Volvo XC40 T5 Recharge, consumi e tempi di ricarica
Per quanto riguarda i consumi medi, nel ciclo di omologazione, a batterie cariche è stato registrato un dato tra 2 e i 2.4 litri per 100 km. In attesa di provarla su strada, da un test effettuato dalla filiale italiana su un percorso misto (campagna, città e collina), la Xc40 T5 Hybrid ha registrato 1.6 l/100 km a batteria carica e 6 litri/100 km a batteria scarica, contro i 7.6 l/100 km della diesel D3. Per quanto riguarda la batteria agli ioni di litio, garantita 5 anni o 150 mila km, la capacità è di 10,7 kWh (quella reale scende a 8.5) e con la presa domestica di casa servono a circa 7 ore che si riducono a due ore mezza utilizzando colonnine da 22 kWh (e l'80% arriva nei primi 20 minuti). Volvo vuole incentivare il più possibile l'utilizzo in elettrico e per questo motivo rimborserà il consumo di elettricità per i primi 12 mesi tramite l'app On Call che registrerà automaticamente i “pieni” di elettroni. A breve sarà anche annunciato un accordo con Enel X, per facilitare le operazioni di ricarica.

Sistema d'infotainment basato su Android
Novità anche a bordo a partire dal nuovo sistema d'infotainment basato su Android, caratterizzato da una elevata personalizzazione, maggiore intuitività e nuove tecnologie e servizi Google integrati. Volvo è la prima azienda che si unisce a Google per la realizzazione di un sistema di infotainment integrato basato sulla piattaforma Android e dotato di Google Assistant, Google Maps e Google Play Store. Il nuovo sistema è pienamente integrato con Android Automotive Os, la piattaforma Android open source di Google, per garantire l'aggiornamento in tempo reale di servizi quali Google Maps e Google Assistant e delle app specifiche per automobili create dalla comunità di sviluppatori globale. Uno dei maggiori vantaggi di Android Automotive Os è che si tratta di un sistema operativo Android – dunque conosciuto da milioni di sviluppatori – specificamente adattato alla gestione di questa automobile.

La tecnologia e i servizi creati dagli sviluppatori di Google e di Volvo Cars (che è controllata dalla cinese Geely) sono integrati nella vettura, mentre le app supplementari per musica e media ottimizzate e adattate per l'uso in auto saranno disponibili attraverso il Play Store di Google. Maps fornirà mappe con refresh continuo e dati sul traffico in tempo reale, tenendo così costantemente informati gli automobilisti sulla situazione del traffico sul tragitto e suggerendo in modo proattivo percorsi alternativi, oltre naturalmente a proporre la stazione di ricarica più vicina sul percorso.

La casa sta inoltre continuando a sviluppare software e servizi in connettività servendosi del suo team in espansione di ingegneri software e della sua piattaforma di servizi digitali Volvo On Call. Ad esempio, il nuovo sistema di infotainment verrà pienamente espanso offrendo così funzionalità nuove quali il monitoraggio dello stato della batteria e del livello di carica.

Saranno incluse anche le funzionalità classiche di On Call, ad esempio il pre-riscaldamento dell'abitacolo nelle fredde giornate invernali, la segnalazione della posizione della vettura parcheggiata in un grande parcheggio, l'apertura e la chiusura a distanza delle portiere e il car sharing tramite chiave digitale.

Velocità limitata a 180 km/h
Leggendo la scheda tecnica della nuova Volvo XC4 0 T5 Recharge, si nota come la velocità massima “bassa” rispetto alla potenza a disposizione. Il motivo è legato ad una precisa strategia del costruttore, intenzionata a limitare la velocità massima delle automobili di sua produzione a 180 km/h a partire dal 2020. La strategia etica del marchio svedese, nota come Vision 2020, punta ad azzerare il numero di vittime o feriti gravi a seguito di incidente a bordo di una nuova vettura del marchio svedeseentro il 2020 e si pone come una delle visioni più ambiziose in termini di sicurezza dell'intera industria automobilistica.

Tuttavia, rendendosi conto che la tecnologia da sola non consentirà di raggiungere la “quota zero”, la casa sta ampliando il suo perimetro d'intervento includendovi anche il comportamento del guidatore. Le ricerche condotte dal costruttore hanno individuato tre aree che continuano ad essere fonte di preoccupazione per la sicurezza e che costituiscono dei cosiddetti “divari” che ostacolano il conseguimento dell'obiettivo di eliminare definitivamente i casi di incidenti a bordo delle auto del marchio con conseguenze fatali o molto gravi; il principale di questi è rappresentato dall'eccesso di velocità.

Volvo XC40 ibrida plug-in prezzi
Passando ai prezzi la XC40 Recharge T5 Plug-in Hybrid è in vendita a prezzi che vanno dai quasi 48mila euro della variante Inscription/Expression ai circa 51mila euro della variante R-Design. L'auto gode di un bonus pari a 2.500 Euro (con rottamazione) in termini di eco-incentivi e grazie all'omologazione ibrida può accedere a zone a traffico limitato in molte città italiane.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti