Voto Usa, 3 miliardi di audience planetaria, come per i Giochi Olimpici

L’ eventuale testa a testa tra Trump e Biden ha già allertato gli avvocati delle parte che studiano strategie per accaparrarsi le schede dubbie

di Redazione Esteri

default onloading pic
(REUTERS)

L’ eventuale testa a testa tra Trump e Biden ha già allertato gli avvocati delle parte che studiano strategie per accaparrarsi le schede dubbie


2' di lettura

Tre miliardi di spettatori. E' una stima approssimativa, certo, eppure dà un'idea della portata mediatica delle elezioni americane. Lo scontro tra il presidente Donald Trump e lo sfidante Joe Biden sarà seguito quanto i Giochi Olimpici. Su cellulari, tablet, pc, televisioni e giornali. Eventi che, secondo The Economist, appassionano anche chi generalmente non si occupa né di sport né di politica.

I sondaggi indicano Biden vincitore ma il recupero di Trump, registrato nelle ultime settimane, aumenta la suspence dell'elezione. I 96 milioni di voti già espressi per posta esprimono già un dato interessante: 25 milioni di cittadini non avevano votato nel 2016. A dispetto delle dichiarazioni di Trump, sempre “ad effetto” , gli analisti politici fanno notare che The Donald vuole giocarsi tutte le chance di riconferma: ha cancellato la festa della vittoria nel suo albergo di Washington e concentrato il tour de force dei comizi negli Stati che dovrebbero essere saldamente nelle sue mani (Florida, Georgia, North Carolina, Iowa, oltre agli Stati in bilico che sono Pennsylvania, Michigan e Wisconsin).

Loading...

La discesa in campo degli avvocati

Il ruolo degli avvocati, in questa tornata elettorale, potrebbe essere rilevante: negli ultimi giorni, secondo quanto riportato dal New York Times, vi è un confronto serrato tra gli “sherpa giuridici” su quali criteri saranno adottati nella validazione delle schede elettorali dubbie. Non era mai accaduto che, ancor prima del voto, ci si concentrasse sull'eventualità degli strumenti da adottare per la modifica dei criteri. Un'allerta sugli scontri procedurali dello scrutinio. La regolarità del voto è stato un tema più volte cavalcato da Trump, nella lunga campagna elettorale e inevitabilmente apre scenari preoccupanti.

Trump potrebbe autoproclamarsi vincitore sulla base di risultati parziali, complicando tutto lo svolgimento dei compiti della macchina elettorale. Un'altra complicazione potrebbe derivare dai magistrati nominati da amministrazioni repubblicane in alcuni Stati chiave, decisi ad accogliere migliaia di ricorsi.L'elezione americana è complessa perché rinnova 470 seggi della Camera dei Rappresentanti e un terzo del Senato. “È molto probabile che i Democratici conservino la Camera mentre in Senato pare difficile”, sostiene Eric Shickler, professore di Scienze politiche all'Università di Berkeley, in California. Ciò che attira l'attenzione degli esperti è il pericolo di un elevatissimo numero di ricorsi alla magistratura, capace di prefigurare un clima di sfiducia nelle istituzioni e nella democrazia, con conseguenze immaginabili in termini di manifestazioni di piazza.


Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti